Tredicesima per Natale, lo sapevate che viene tassata e quanto

Simona

Lifestyle

La tredicesima mensilità, in arrivo prima di Natale, è un beneficio molto atteso da lavoratori e pensionati: ma sapevate che viene tassata? Ecco di quanto e cosa dovreste sapere.

Tredicesima tasse

La tredicesima è una mensilità aggiuntiva che viene attribuita a lavoratori dipendenti e pensionati nel mese di dicembre. Tale assegno, che corrisponde alla retribuzione mensile al netto di alcuni elementi, rappresenta una sorta di gratifica natalizia con lo scopo di sostenere le spese delle famiglie durante le festività.

Sapevate che questa retribuzione aggiuntiva viene tassata? Ecco come si calcola e tutto quello che c’è da sapere su questa tassazione.

Tredicesima, una gratifica per Natale: ecco come viene tassata

Tredicesima tasse

La tredicesima è una gratifica molto gradita ed erogata in corrispondenza delle festività natalizie. Essa corrisponde all’importo lordo dello stipendio, dal quale andranno detratti alcuni elementi. Per questo beneficio, infatti, non vengono aggiunti bonus solitamente addizionati allo stipendio come gli assegni familiari o i bonus per i bebè. 


LEGGI ANCHE: Pensioni, in arrivo la tredicesima: ma non per tutti


Esso, inoltre, è un istituto retributivo a maturazione progressiva: per ogni mese di lavoro, il dipendente matura un rateo di tredicesima. Per quanto riguarda, invece, la tassazione ci sono numerosi elementi da conoscere e da valutare.

Ecco cosa c’è da sapere.

I dettagli della tassazione: ecco a quanto ammonta

A tutti gli effetti, la tredicesima mensilità consiste in una retribuzione del lavoratore e in quanto tale è sia soggetta a tassazione: in particolare, la sua imponibilità fiscale e contributiva è piena. Il beneficiario, dunque, in relazione a tale importo dovrà pagare l’Irpef.


LEGGI ANCHE: Irpef, cambiano le aliquote: ecco chi pagherà di meno e quanto


Tali aliquote sono di recente state cambiate e aggiornate:

  • Il 23% per redditi compresi tra lo 0 e i 15mila euro;
  • Il 27% per redditi compresi tra 15.001 e 28mila euro;
  • Il 38% per redditi compresi tra i 28.001 e i 55mila euro;
  • Il 41% per redditi compresi tra i 55.001 e 75mila euro;
  • Il 43% per redditi superiori a 75mila euro.

Nel pagamento di questa imposta, in particolare, il beneficiario dovrà applicare le aliquote fiscali in base al proprio scaglione di appartenenza. Per quanto riguarda, invece, i contributi, il lavoratore dovrà pagare la quota di contributi posata a suo carico: circa il 9,19%. 

Tredicesima tasse

Gestione cookie