Nuova proposta del ministro dell’Economia Daniele Franco prevede il taglio dell’Irpef per i redditi inferiori. Con il nuovo scaglione si può risparmiare fino a 800 euro l’anno.

[caption id="attachment_33488" align="alignnone" width="1280"]Calcolo Irpef Calcolo Irpef[/caption]

Il piano del governo Draghi per il taglio delle tasse nella Legge di Bilancio è stato illustrato dal ministro dell’Economia Daniele Franco e prevede delle novità in arrivo.

Tra i vantaggi, infatti, qualcuno potrà risparmiare sulle tasse fino a 800 euro annui e il taglio maggiore andrà a favore dei redditi più bassi. Seguiranno i redditi medi, fino a 45-50 mila euro l’anno, e si finirà con i redditi più alti che vedranno i loro vantaggi affievolirsi. Altre novità riguardano un aumento delle detrazioni che assorbirebbe il bonus 100 euro e un incremento della no tax area per pensionati e autonomi. Ma vediamo i dettagli di questa proposta.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza: Draghi cambia tutto e in molti non saranno felici

Irpef, i dettagli della proposta del governo Draghi

Irpef tagli alle tasse
Irpef, tagli alle tasse

La proposta del governo Draghi prevede una nuova Irpef con quattro aliquote.

Le nuove quattro aliquote sarebbero: 23% per i redditi fino a 15 mila euro, 25% per i redditi tra 15 e 35 mila euro, 34% tra 35 e 55 mila euro, 43% per chi guadagna più di 55 mila euro. Per chi guadagna tra i 35 e i 55 mila euro l’anno di sarebbero risparmi superiori a 800 euro l’anno. Il taglio maggiore sarebbe a vantaggio dei redditi bassi.

Sul piatto c’è anche l’ipotesi di alzare l’area No tax che oggi è fissata a 8.145 euro per i lavoratori dipendenti e 8.130 per i pensionati. Dunque, la proposta che vorrebbe un’Irpef a tre sole aliquote prevede anche una revisione degli scaglioni. Inoltre, il bonus Renzi-Conte da 80 euro, portato poi a 100 euro, verrà riassorbito dal riordino delle aliquote. Si parla ancora di ipotesi, che verranno nuovamente discusse dalle forze di maggioranza con il ministro.

LEGGI ANCHE >>> Riduzione delle tasse grazie a Draghi: ecco di quanto e per chi