Ecco le ultime notizie dal Ministero per quanto riguarda ala scuola ed in modo particolare la Dad a causa dell’aumento dei contagi. 

Purtroppo l’incidenza settimanale dei contagi da Sars-CoV-2 in età scolare non tende a diminuire. Per questo motivo dal Ministero hanno emanato una nuova circolare con la quale si dice stop al programma di sorveglianza con testing.

Cosa succede in caso di un positivo in classe

Le scuole hanno cercato di fare il proprio dovere; gli studenti erano tornati a frequentare le lezioni “normalmente”, ma le cose potrebbero cambiare.

Scuola in Dad: ecco cosa succederà in presenza di un caso di positività

Cosa succede in caso di un positivo in classe

Dopo poco l’inizio della scuola erano stati approvati dei nuovi protocollo di sicurezza che sarebbero stati messi in atto in caso in una classe ci fosse stato un o più contagiati.

Adesso dal Ministero della Salute hanno fatto sapere che si ritorna alle vecchie linee guida con la disapprovazione di Presidi, insegnanti, studenti e genitori.


LEGGI ANCHE: In caso di dad come fare? Le nuove regole per i congedi

 


La circolare è arrivata in ogni scuola ufficializzando le novità che entreranno in vigore da subito. Nella quale si leggono le motivazioni nel dettaglio e la decisione presa: “Ultimamente si sta assistendo ad un aumento rapido e generalizzato del numero di nuovi casi di infezione da Sars-CoV-2, anche in età scolare, con una incidenza (casi/popolazione) settimanale ancora in crescita e pari a 125 per 100.000 abitanti (19/11/2021 – 25/11/2021): valore ben lontano dal quello ottimale di 50 per 100.000, utile per un corretto tracciamento dei casi”.


LEGGI ANCHE: Mio figlio ha il raffreddore, può andare a scuola? La risposta ufficiale


Per questo motivo: “Si ritiene opportuno sospendere il programma di sorveglianza con testing con un singolo caso positivo tra studenti e docenti”.

Di conseguenza: “Pertanto si considera la quarantena per tutti i soggetti ritenuti contatti stretti di un gruppo classe anche se si è verificato un singolo caso tra il personale scolastico”.

Una decisione che ci fa fare un salto indietro: “Nel caso in cui le autorità sanitarie siano impossibilitate ad intervenire tempestivamente, il dirigente scolastico, venuto a conoscenza di un caso confermato, è da considerarsi autorizzato, in via eccezionale ed urgente, a disporre la Dad nell’immediatezza per l’intero gruppo classe ferme restando le valutazioni dell’Asl”.

Per quanto riguarda la durata della quarantena, il timing per l’effettuazione dei test diagnostici e la tipologia degli stessi si seguiranno le indicazioni contenute nella circolare del Ministero della Salute n. 36254 dell’11 agosto 2021.

Inoltre, al fine di descrivere la situazione epidemiologica dell’entità della circolazione nel gruppo, Il test dovrebbe essere effettuato appena possibile e comunque indicativamente nelle 48 ore successive all’identificazione del caso indice.

Cosa succede in caso di un positivo in classe