Come mai è così importante la vitamina F e soprattutto perché lo è per chi ha più di 40 anni?

Tecnicamente non è una vitamina ma un omega-3, ovvero un miscuglio di acidi grassi liposolubili quali l’acido linoleico, l’arachidonico, l’alfa-linoleico e sono essenziali per la salute.

vitamina f

Visto che il corpo non è in grado di produrli da solo ma vengono ottenuti mediante l’assunzione di alcuni alimenti. Questi grassi garantiscono una struttura flessibile alle ossa e alle varie cellule del corpo. Fondamentali per:

  • la crescita;
  • lo sviluppo della vista e del cervello;
  • la pressione sanguigna o per coagulare il sangue;
  • per il sistema immunitario;
  • la riduzione delle infiammazioni articolari, digestive e dei polmoni.

Fondamentali anche per la funzione di alcuni organi come le ghiandole surrenali, la tiroide, i nervi, i muscoli e mantengono stabili i livelli di colesterolo. Questi grassi aiutano a migliorare alcune malattie psichiche come la depressione e l’ansia.

Inoltre sono in grado di ridurre i livelli di glicemia nel sangue, il rischio di diabete mellito di tipo 2, prevengono l’aterosclerosi, per la riduzione del peso corporeo, per la pelle e i capelli.

LEGGI ANCHE: La vitamina C fa bene, ma cosa succede se ne assumi troppa?

Tutto quello che bisogna sapere sulla vitamina F!

vitamina f

Questa vitamina è definita la vitamina della pelle, infatti mantengono le membrane della pelle elastiche e i capelli morbidi. Questa tipologia di grassi appartenete alla famiglia degli omega-3 sono definiti anche lipidi che a loro volta si suddividono in lipidi semplici o complessi.

Essi che sono chiamati acidi grassi, lipidi o vitamina F è la stessa e identica cosa. È necessaria la continua assunzione di determinati alimenti così che il corpo possa rilasciare piccole quantità quando lo riterrà opportuno.

Quando si assumono determinati integratori e cibi si sconsiglia che vadano a contatto con fonti di calore visto che sono suscettibili al calore e alla luce. Quindi si a cibi freschi o cotti poco. La vitamina F la si può trovare in determinati alimenti come in alcuni oli vegetali tipo quello di girasole, soia o arachide.

In alcuni tipi di frutta oleosa in particolare nella frutta secca come le mandorle, le noci, in alcuni tipi di pesce, crostacei, verdure a foglia verde, spezie e integratori alimentari. Non esiste un fabbisogno giornaliero specifico, anche se la quantità di grassi insaturi è direttamente proporzionale alla quantità di grassi saturi e dei carboidrati.

In generale non esiste la carenza di vitamina F, essendo rara anche se può interessare maggiormente i bambini visto che potrebbero manifestare una pelle secca o desquamata, in gravidanza o a causa di una dieta drastica. Inoltre secondo alcuni studi pare che l’eccesso di questa vitamina non provochi alcun rischio e che non ci siano effetti collaterali indesiderati.

LEGGI ANCHE: Vitamina D, l’incredibile scoperta: se mette questo alimento al sole ne svilupperà tantissimo

vitamina f