Il Bonus cultura dal valore di 500 euro, incentivo varato dal governo per i giovani che compiono 18 anni, subisce importanti cambiamenti secondo la nuova Legge di Bilancio 2022. Vediamo quali.

[caption id="attachment_33667" align="alignnone" width="1280"]Bonus cultura da 500 euro Bonus cultura da 500 euro[/caption]

Il Bonus cultura dal valore economico di 500 euro, messo a disposizione dal governo anche nel 2021 e destinato ai giovani che compiono 18 anni, sta subendo profondi cambiamenti. E’ con la nuova Legge di Bilancio 2022, infatti, che diventerà una misura strutturale, ossia non dovrà più essere finanziata di volta in volta. Questo vuol dire che è certa, ormai, la sua validità anche negli anni a venire.

Il Bonus è nato come sostegno a favore della formazione culturale dei ragazzi neo-maggiorenni, che hanno la possibilità di spendere i soldi a loro destinati effettuando acquisti online tramite l’applicazione web 18app. Il voucher attivo quest’anno sarà spendibile entro il 28 febbraio 2022 ed è destinato ai nati nel 2002, mentre le domande sono pervenute tra il 1 aprile e il 31 agosto 2021 previa registrazione sul sito internet www.18app.italia.it.

LEGGI ANCHE Bonus terme: non tutto è perduto, ecco come poterlo ancora ottenere

Bonus cultura, come si può spendere

Bonus cultura
Bonus cultura

Il Bonus cultura da 500 euro è individuale e nominativo, spendibile esclusivamente dai diciottenni che si sono registrati sull’apposito sito e hanno completato la domanda entro i termini prefissati. Per utilizzarlo, basta esibirlo in negozio in fase di acquisto, se ne disponete una versione in formato cartaceo stampato, oppure si può semplicemente mostrare il formato in PDF sullo smartphone.

Se volete effettuare gli acquisti con il Bonus comodamente online, vi basta digitare il codice alfanumerico ove richiesto. Esistono delle regole da rispettare nella condotta corretta di utilizzo del Bonus: ad esempio, non ci sono limiti di spesa per un singolo prodotto, ma non si possono comprare più pezzi di uno stesso articolo. Da ricordare, inoltre, è che il buono non è erogato sotto forma di soldi contanti ma in versione virtuale: per questo non è possibile monetizzare la cifra a cui ammonta.

LEGGI ANCHE >>> Il bonus da 500 euro per tutti i maggiorenni: la novità tanto aspettata

Questi 500 euro si possono spendere in diversi modi e per diversi prodotti culturali come: biglietti per il cinema; ticket per i concerti; ingressi per festival, fiere e circhi; libri sia cartacei che in formato eBook; articoli musicali quali CD, dischi in vinile, musica online; ingressi ai musei, ai parchi archeologici, ai monumenti, agli spettacoli teatrali. Non solo, il bonus si può utilizzare anche per seguire corsi di musica, di teatro, di lingua straniera.