Se non riusciamo a prendere sonno quando ci mettiamo a letto anche se siamo stanchi possiamo provare con la psicologia inversa; ecco di cosa si tratta. 

Può succedere che una volta che ci mettiamo a letto per dormire dopo una lunga giornata non riusciamo a farlo. Continuiamo a guardare il soffitto, girarci e rigirarci nel letto con la speranza di riuscire a prendere sonno il prima possibile.

Come curare l'insonnia

Ebbene, gli psicologi hanno affermato che stiamo sbagliando tutto e la soluzione ci potrà anche sembrare strana, ma è molto efficace. Vediamo di cosa si tratta.

Psicologia inversa insonnia: il consiglio degli esperti

Come curare l'insonnia

La tecnica suggerita è quella della psicologia inversa: “si deve assumere un comportamento opposto a quello desiderato”.

In questo modo si riesce nello stesso tempo ad eliminare le resistenze inconsce ed anche ad abbassare il livello di ansia: “Nel momento in cui diciamo a noi stessi che bene non dormire eliminiamo l’obbligo di doverlo fare a tutti i cost in un certo senso ci liberiamo dalle responsabilità. Così, la stanchezza, alleggerita dalla preoccupazione di passare una notte bianco, arriverà prima, permettendo di addormentarsi”.

Quindi dobbiamo accettare di non riuscire a prendere sonno e cercare di trovare i vantaggi nello stare svegli nelle ore notturne. Gli esperti consigliano di stilare una lista dei pro che possono essere diversi come quello di prendersi un momento tutto per se o di fare le cose che non si riescono a fare di giorno.


LEGGI ANCHE: Insonnia: ce ne sono diversi tipi, ecco come riconoscerli e come trattarli


Quando tutti vanno a letto noi programmiamo delle attività notturne rilassanti come leggere un libro, il ricamo/cucito, fare la manicure o dedicarci al nostro hobby. Evitiamo di guardare il cellulare o tutti i dispostivi elettronici, televisione e non pensiamo al trascorrere del tempo, quindi banditi gli orologi.

Quando poi iniziamo a sentirci stanchi non andiamo subito a letto, ma assaporiamo il momento. Allontaniamo l’ansia, la preoccupazione di come si affronteranno le ore diurne anche ripetendo delle frasi per enfatizzare la volontà di non dormire:

  • Non dormire non è problema
  • Tante volte nella vita ho dormito
  • Ci sono insonni più bravi di me
  • Non sono il migliore insonne della storia
  • Sto con la mia insonnia per quello che è la osservo
  • Trasformo lo svantaggio in vantaggio

LEGGI ANCHE: L’insonnia non ti abbandona? È arrivato il momento di provare questa dottrina


Se il problema sussiste contattiamo un esperto del sonno o il nostro medico curante che ci potrà consigliare il percorso migliore.

Come curare l'insonnia