Se sospetti di aver contratto lo streptococco non temere: ecco come riconoscerlo e cosa fare al più presto. 

streptococco

Soprattutto quando ci sono sbalzi di temperatura, il mal di gola è uno dei malanni stagionali più lamentato da adulti e bambini. Ecco quasi sempre corrisponde a un’infezione delle alte vie respiratorie. 

Nella maggior parte dei casi questo malanno non guarisce con un semplice spray antisettico: ha, infatti, spesso origine virale e necessita di antibiotici. 

In 3 bambini su 10 tale dolore è causato dallo streptococco di gruppo A: ma come fare a riconoscerlo?

Ecco qualche consiglio degli esperti.

Streptococco: come riconoscerlo per intervenire

streptococco

Il mal di gola può essere sintomo di infezioni o infiammazioni alle vie respiratorie: faringite o faringotonsillite sono le più diffuse. Tali affezioni, spesso, sono causate da alcuni virus come quello che porta il raffreddore.


LEGGI ANCHE: Faringite: come diagnosticarla con i metodi fai da te


Anche le tonsille possono risultare infiammate e ingrossate: se presentano anche placche biancastre sarà sicuramente streptococco. Ovviamente, è bene consultare sempre un medico prima di comunicare una qualsiasi terapia.

La presenza di streptococco, inoltre, andrà sempre verificata e accertata con un tampone orofaringeo. 

Come intervenire

La maggiore incidenza di questa infezione è nei bambini tra i 5 e i 15 anni. In presenza di sintomi, infatti, è bene sottoporli a un controllo medico accurato.


LEGGI ANCHE: Infiammazione e mal di gola forte? Ecco quali possono essere le cause


Solo un tampone orale può rivelare la presenza di tale batterio: in questo caso ci sarà bisogno dell’assunzione, sotto controllo medico, di alcuni antibiotici. 

A titolo informativo, spesso, la maggior parte degli streptococchi è resistente ad alcuni tipi di antibiotico: la loro somministrazione, in questo caso, sarà inutile. I maggiori risultati si registrano, infatti, con la sola Amoxicillina.

streptococco