Il mal di gola forte e l’infiammazione possono essere davvero fastidiosi: ma quali sono le cause? Scopriamo insieme cosa dice la scienza.

Tra i malanni di stagione troviamo sicuramente il mal di gola e l’infiammazione del tratto orale: due condizioni davvero molto frequenti tanto quanto fastidiose. Queste condizioni possono essere originate davvero da tantissime cause ed è importante capirle bene per intervenire in modo efficace.

Ma da cosa può essere originato un banale mal di gola? Ecco cosa c’è dietro secondo la scienza.

Mal di gola: quali sono le cause di questo malanno?

Mal di gola

In genere, dietro a un banale mal di gola o all’infiammazione che spesso lo accompagna possono esserci infezioni virali, sindromi influenzali o anche agenti irritanti come, ad esempio lo smog.


LEGGI ANCHE: Perché viene il mal di testa? Ecco a voi tutte le risposte


Capire cosa l’ha scatenato è davvero importante perchè è da lì che lo specialista elaborerà poi una terapia che sia veramente efficace nel combatterlo. Analizziamo in questo caso le più frequenti e riscontrate.

Infezione da streptococco

I disturbi alla gola provocati da infezione batterica sono, spesso, quelli più dolorosi e difficili da curare. Lo streptococco è un batterio che si diffonde attraverso il contatto diretto con una persona infetta o con i suoi oggetti personali.

Come capire se è proprio questa l’origine del nostro male? Come in qualsiasi caso, anche in questo la cosa più importante da fare è contattare il proprio medico per rimuovere ogni dubbio o insinuazione.

Successivamente si potrà anche stare attenti ai sintomi avvertiti. I sintomi da infezione da stafilocco più comuni sono:

  • Linfonodi del collo gonfi e doloranti al tatto
  • Tonsille gonfie e/o con placche
  • Febbre che supera i 38°C. 

Il raffreddore

Mal di gola e raffreddore vanno a braccetto! Spesso, infatti, chi contrae il virus del raffreddore tende a sviluppare anche questo sintomo insieme a tosse grassa o secca e occhi che lacrimano.


LEGGI ANCHE: Febbre estiva: le cause più comuni e come vanno affrontati i sintomi


In questo caso, se la situazione non è particolarmente grave, la cura migliore è senza dubbio il riposo, l’assunzione di vitamina C per aiutare la guarigione e bere tanta acqua per evitare la disidratazione.

La tonsillite

Molto spesso l’infiammazione della gola parte dalle tonsille: se avete una tonsillite in corso questo potrebbe essere il vostro caso. Oltre ad avere le tonsille gonfie, infatti, sono comuni anche sintomi come:

  • Alito cattivo
  • Cambiamenti di voce
  • Febbre
  • Linfonodi del collo ingrossati o dolenti

Essendo questa condizione scatenabile sia da agenti batterici che virali sarà bene consultare un medico.

Mal di gola