Fontana di Trevi, perché tutti ci buttano monete? Il significato millenario. Cosa bisogna sapere.

In questi giorni tutti quanti avrete visto i leader del mondo, riuniti a Roma per il G20, lanciare tutti insieme le monete nella Fontana di Trevi. Un rito classico, comune a molti turisti che visitano Roma e che ha origini antiche.

fontana trevi monete

Alzi la mano chi non ha mai lanciato una moneta all’indietro nella Fontana di Trevi, durante la sua visita a Roma. Come tutti sanno è un rito di buon auspicio: chi lancia una moneta nella fontana tornerà a Roma.

Molti turisti, soprattutto stranieri, incantati dalle bellezze della Città Eterna non si lasciano sfuggire questa usanza proprio per poter tornare a visitarla in futuro. Il rito del lancio della moneta nelle fontane, non solo quella di Trevi, e anche nei corsi d’acqua è in realtà antichissimo. Scopriamo come è nato e perché.

LEGGI ANCHE: L’ANELLO SMART CHE È UN VERO E PROPRIO SALVAVITA

Fontana di Trevi, perché tutti ci buttano monete? Il significato millenario

fontana trevi monete

Nell’antichità si usava lanciare monetine nei fiumi e nei laghi come rito di buon auspicio per un viaggio, per conquistare la persona amata e per tutto quello per cui si aveva bisogno di un aiuto superiore. In questo modo, infatti, gli antichi speravano di ottenere il favore delle divinità dell’acqua nell’affrontare un viaggio, un’impresa, la vita.

Tanti sono i riti propiziatori di questo tipo che ci hanno tramandato i nostri antenati e che ancora oggi sono rimasti sotto forma di gesti scaramantici, abitudini anche bizzarre e usanze che in alcuni casi sono state assorbite dalla religione.

Il rito delle monete lanciate all’indietro, mentre si danno le spalle alla Fontana di Trevi a Roma, è anch’esso antico. Non se ne conoscono le origini esatte, probabilmente era un’usanza popolare che è stata tramandata nell’uso. In epoca moderna è stata riscoperta dagli aristocratici, intellettuali, artisti e poeti europei che visitavano l’Italia con il famoso Grand Tour, tra Settecento e Ottocento.

Estasiati dalle sorprendenti bellezze di Roma, questi viaggiatori lanciavano le monete nella Fontana di Trevi proprio con la speranza di poter tornare un giorno nella Città Eterna.

Il lancio delle monete oggi

Negli ultimi decenni, poi, il rito del lancio delle monete nella Fontana di Trevi è stato ripreso da tanti film trasmessi in tutto il mondo e in questo modo è diventato popolare tra i turisti.

Perché il rito sia veramente efficace, secondo la tradizione si dovrebbero usare monete fuori corso e dopo il lancio si dovrebbe bere l’acqua della fontana. Non bevetela! Perché oggi non è più potabile. Non viene più dall’acquedotto come un tempo ma è riciclata.

In ogni caso, anche usare una moneta attualmente in uso va bene perché tutte le monete lanciate e poi raccolte dal fondo della Fontana di Trevi saranno donate alla Caritas.

LEGGI ANCHE: MANESKIN DOVE VIVONO E CHI SONO VERAMENTE

fontana trevi monete