Con il rincaro delle bollette bisogna stare attenti ai consumi, ecco come si legge!

bollette

Che sia luce, gas o telefono, quando a casa arrivano le bollette hanno tutti paura di aprirle! Infatti negli ultimi anni, il prezzo dell’energia è arrivato alle stelle e sarà destinato ad aumentare ancora e non solo.

In effetti lo sviluppo tecnologico ha fatto sì che i grandi e piccoli elettrodomestici siano presenti in quasi tutte le case. Anche se questi sono di una buona classe energetica, nel complesso, potrebbero consumare davvero molto, e se non si fa attenzione agli sprechi, probabilmente si presenteranno delle brutte sorprese in bolletta.

Ma come fare ad abbassare i consumi e risparmiare in maniera ottimale? Facile, sapendo leggere la bolletta e ammortizzando i costi!

LEGGI ANCHE: Bollette troppo alte ecco quali sono gli elettrodomestici che consumano di più

Leggere le bollette: consigli utili!

bollette

Leggere una bolletta non è la cosa più facile del mondo, ma con un po’di pratica, riuscirete districarvi tra tutte le sigle e le cifre presenti. Per prima cosa bisogna cercare i propri dati, che solitamente, si trovano nella parte superiore della prima pagina.

Dopo bisognerà controllare che tutte le informazioni coincidono, come: nome, cognome, residenza, numero contatore, ecc.

Ora veniamo a ciò che più ci interessa: capire quali sono le spese. Vedere il proprio consumo è fondamentale per calcolare quanto si spende realmente e capire se c’è stato qualche errore o incongruenza.

Le spese devono essere di facile comprensione, infatti vengono suddivise sotto diverse voci come: fornitura, trasporto, consumo e altro. Per avere la certezza di pagare il giusto, sarebbe infatti opportuno controllare ogni due-tre mesi se le letture coincidono.

Inoltre non bisogna dimenticare che nella bolletta potrebbe essere compreso il canone Rai, ma se presente, viene specificato con una voce specifica. Quindi, riepilogando le voci sono: Consumo, gestione contatore, trasporto, oneri di sistema, IVA e accise. Questo porta ad un’ovvia conclusione: l’unica voce che può aiutarci a risparmiare è il consumo.

Tutte le altre voci sono standard e sono sempre uguali nel tempo, tranne se la società impone un cambiamento contrattuale. Conoscere i propri consumi aiuta molto a capire quanto effettivamente costi il vostro stile di vita ed eventualmente diminuire il propri consumi, così da non avere più brutte sorprese!

LEGGI ANCHE: Rincari bollette: in arrivo un bonus dal governo

bollette