Il prezzo e il consumo di energia crescono di giorno in giorno nelle case degli italiani, come ridurre al minimo il costo delle bollette? Iniziamo a capire quali elettrodomestici consumano di più!

elettrodomestici

Ahimè le bollette sono sempre più alte nelle nostre case, e questo va di pari passo all’aumento dei prezzi e al consumo più alto richiesto dagli elettrodomestici più in uso. Per capire quanto realmente consuma un elettrodomestico, prima dell’acquisto, bisognerebbe chiedere informazioni sulla sua classe energetica.

La classe energetica è suddivisa in una specie di classifica, in cui è possibile trovare la classe che consuma di meno, cioè la A+++ sul podio, seguita da classe B, C, D e così via. Questo parametro può essere molto utile per capire i consumi annui di un elettrodomestico, oltre al costo mensile in bolletta.

LEGGI ANCHE: Rincari bollette: in arrivo un bonus dal governo

Quali elettrodomestici consumano di più?

elettrodomestici

Purtroppo acquistare un elettrodomestico con un’alta classe energetica è più dispendioso in confronto ad uno di una classe più bassa.

In merito però, c’è da dire che i soldi spesi potrebbero essere recuperati grazie al risparmio annuo ottenuto da un elettrodomestico che consuma di meno. Oltre a quest’aspetto c’è da dire che, il consumo in bolletta, cambia anche in base agli elettrodomestici e quindi…

Ora che sappiamo cosa sono le classi energetiche e il loro impatto in bolletta, possiamo facilmente analizzare quali elettrodomestici incidono di più sul consumo di corrente elettrica.

  • Forno: è uno strumento indispensabile al giorno d’oggi e può essere trovato nella maggior parte delle case italiane. Purtroppo però, è anche l’elettrodomestico che consuma di più in assoluto. Infatti utilizzare il forno ad alte temperature, incide negativamente in bolletta, soprattutto se utilizzato in maniera sbagliata, come: tenerlo acceso per molto tempo senza utilizzarlo o usarlo troppo frequentemente.
  • Lavatrice e asciugatrice: i tempi del lavaggio a mano sono praticamente finiti da quando è arrivata la lavatrice! Questo elettrodomestico, viene utilizzato molte volte a settimana, per cicli di pulizia anche a 90 gradi per più di 2 ore. Questo si traduce in un enorme consumo elettrico. Per risparmiare qualcosina, bisognerebbe usarla meno frequentemente, prediligendo lavaggi a basse temperature. Anche l’asciugatrice consuma molto, anche grazie al fatto che viene utilizzata ad ogni lavaggio terminato in lavatrice.
  • Frigorifero e freezer: il frigorifero è uno degli elettrodomestici più assetati di energia. Questo succede poiché il frigo rimane sempre acceso, sia di notte che di giorno. Per risparmiare, non bisognerebbe riempirlo eccessivamente o aprire frequentemente le porte del frigo o del freezer, poiché questo sbalzo di temperatura, lo farà lavorare maggiormente.

LEGGI ANCHE: Risparmiare fino a 200 euro sulle bollette, si può fare ecco come

elettrodomestici