Può un accessorio da polso rendere salva la vita? Ebbene si, anche se nessuno se lo aspettava! Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Smartwatch

Un banale accessorio da polso può salvarvi la vita? Ebbene si, nessuno se lo aspettava ma è vero: lo smartwatch ti salva la vita. Non è un comune orologio da polso, ma un vero e proprio mini computer con moltissime funzioni utili.

Alcuni di loro, infatti, possiedono dei particolari sensori in grado di misurare costantemente i nostri parametri vitali e avvisarci in caso di problemi. Ma facciamo più chiarezza su questa questione.

Accessorio da polso: vi salva davvero la vita! Ecco come

Smartwatch

Senza dubbio, il cuore è uno degli organi più importanti per il nostro organismo e per la vita stessa. Per questo motivo, alcuni grandi compagnie che producono smartwatch di ultima generazione vi hanno installato dei particolari sensori.


LEGGI ANCHE: 5 cibi che fanno bene al cuore


Tali sensori sono in grado di fornire un accurato monitoraggio dell’attività cardiaca: ma non solo! Sono in grado anche di registrare i dati medici degli utenti e aiutarli a prevenire gravi patologie. 

Grazie alla registrazione dei battiti, il dispositivo riesce ad avvisare l’utente dell’insorgenza di anomalie. Emette dei suoni o delle notifiche, ad esempio, se in fase di riposo il battito scende sotto la soglia minima.

Come funziona

Queste funzioni, dunque, hanno la potenzialità di rendere salva la vita a moltissime persone: ma come funziona il dispositivo? Tutto parte dai colori!


LEGGI ANCHE: Soffri di pressione alta, ecco come curarla con il cibo


Il sensore che è posizionato nella parte inferiore dell’accessorio da polso presenta diverse luci: sia a LED verdi che a infrarossi. Il sangue riflette la luce rossa e assorbe quella verde: il sensore quindi attiva i LED verdi e rossi centinaia di volte al secondo.

Successivamente, da un calcolo della quantità di luce registrata si ottiene una stima del conteggio dei battiti cardiaci al secondo. 

Smartwatch