Quante volte vi siete chiesti le differenze fra cappuccino, latte macchiato o caffèlatte pensando che sia la stessa bevanda!

Conosciuti in tutto il mondo e vengono utilizzati principalmente a colazione in modo da partire con il piede giusto.

In Italia il latte e il caffè sono l’emblema indiscusso, accompagnati a gustosi biscotti, cornetti farciti o brioche al latte caldi e croccanti.

LEGGI ANCHE: Il segreto per ottenere finalmente un buon caffè come quello del bar

Le differenze fra le varie bevande da colazione!

differenze

  • Cappuccino: è una miscela tra latte e caffè, dove l’aroma e il sapore del caffè è molto persistente e forte. La quantità fra i due prodotti è quasi uguale. Il procedimento consiste nel preparare due bicchierini di caffè e depositarli una tazza, nel mentre potete preparare il latte munendovi di monta latte o frullino, in modo da ottenere anche la schiuma uguale se non migliore di quello preso al bar. Come variazione è possibile guarnire il cappuccino con una spolverata di cacao o di cannella. Inoltre se si soffre di qualche intolleranza al latte o al caffè è possibile sostituire le due miscele con l’orzo e latte vegetale come la soia, il riso o il latte di mandorla.
  • Caffèlatte: la differenza con il cappuccino è la schiuma e il bicchiere utilizzato. Per il caffèlatte si impiega un bicchiere stretto e lungo, a differenza del cappuccino che si utilizzata una tazza larga, ma bassa. La temperatura di solito non è elevata come il cappuccino anzi. La maggior parte delle persone predilige il latte tiepido se non freddo, in modo da contrastare il calore del caffè. Mentre la quantità di caffè e latte non è la stessa del cappuccino, quindi metà di una miscela e metà di un altra.
  • Latte e caffè o latte macchiato: di solito si presenta in una tazza più piccola di quella usata per inserire il cappuccino. Esistono varie varianti: poco caffè con la schiuma e latte freddo, caffè tiepido e latte caldo con poca schiuma, oppure latte e caffè freddo o caldo, entrambe senza schiuma.

LEGGI ANCHE: Dieta del latte: come funziona, i benefici e le controindicazioni

differenze