Bucato: meglio i detersivi in polvere o liquidi per l’ambiente? I risultati di un test. Cosa bisogna sapere.

Quando si tratta di detersivo per il bucato, la scelta non è più solo su quello più efficace ma anche su quello che inquina meno. Sappiamo, infatti quanto le sostanze chimiche contenute nei detersivi possano inquinare i mari e le falde acquifere. E anche noi dobbiamo fare la nostra parte per tutelare l’ambiente.

Pertanto, se un tempo si sceglieva il detersivo più pulente e più sbiancante, oggi si preferisce un detersivo che magari sbianca o smacchia di meno ma che è meno dannoso per l’ambiente. I detersivi meno inquinanti, poi, sono da preferire anche per la nostra salute perché non contengono quei tensioattivi irritanti per la pelle.

Tra detersivo in polvere e liquido qual è da scegliere? Quale inquina di meno? Ve lo diciamo sotto.

LEGGI ANCHE –> BUCATO PERFETTO, COME NUOVO E NON ROVINATO: I TRUCCHETTI DA ADOTTARE

Bucato: meglio i detersivi in polvere o liquidi per l’ambiente? I risultati di un test

bucato detersivi polvere liquidi

In commercio trovate molti tipi di detersivi ecologici per il bucato, in polvere e liquidi. Quelli delle marche più valide sono buoni sia in formato in polvere che liquido. Per alcuni forse dovrete spendere un po’ di più ma ne sarà valsa la pena.

I detersivi ecologici solitamente non contengono tensioattivi sintetici ma usano quelli naturali, di solito ricavati dall’olio di cocco o dall’olio di oliva. Inoltre, non contengono sbiancanti, candeggina, coloranti e nemmeno profumi sintetici. In alcuni casi per garantire l’effetto pulente anche a basse temperature possono contenere degli enzimi, come i detersivi tradizionali. In ogni caso sono meno dannosi dei tensioattivi chimici.

Tornando, però, alla nostra domanda generale. A parità di sostanze contenute, cosa è meglio scegliere, il detersivo in polvere o quello liquido? Qual è quello più ecologico e soprattutto biodegradabile? Per biodegradabile si intende un detersivo che si degrada nell’acqua, senza lasciare più tracce.

Per quanto possa sembrare strano, il detersivo per il bucato più biodegradabile e dunque più ecologico è quello in polvere. Infatti, anche se nel lavaggio in lavatrice questo detersivo può lasciare tracce sui capi perché meno solubile e dunque necessita di un buon risciacquo, una volta rilasciato nell’ambiente è più biodegradabile di quello liquido.

Questa differenza si spiega con il fatto che il detersivo liquido ha bisogno di più ossigeno per degradarsi, senza lasciare tracce nell’ambiente. Il detersivo in polvere, inoltre conterrebbe meno sostanze inquinanti.

Un’altra importante differenza, po, sta negli imballaggi. Il detersivo per il bucato in polvere solitamente è contenuto in una confezione di cartone, facile da smaltire. Mentre il detersivo liquido è contenuto in confezioni in plastica, molto più inquinante.

Infine, il detersivo in capsule, che si sciolgono durante il lavaggio, ha le stesse problematiche ecologiche di quello liquido ed è poco economico.

In conclusione, la scelta migliore è il detersivo in polvere, più pulente di quello liquido, anche per l’azione meccanica della polvere, più ecologico e anche più economico. Scegliete un prodotto ecologico, come la polvere Sonett, che secondo uno studio svizzero è il detersivo in polvere ecologico migliore, grazie all’elevata biodegradabilità.

LEGGI ANCHE: COME SBIANCARE IL BUCATO, SARÀ SPLENDENTE!

bucato detersivi polvere liquidi