Il cibo è un momento che vi concedete per sentirvi appagati e felici, oltre che nutrirvi. Ma lo sapevate che esiste un ormone chiamato serotonina e che regola la vostra felicità mentre mangiate?

L’ormone in questione è la serotonina chiamato anche l’ormone del benessere o della felicità ed è un neurotrasmettitore del cervello. È presente non solo nel sistema centrale nervoso ma anche in molteplici tessuti ed è una sostanza sedativa che sviluppa una correlazione comune fra umore e le varie funzioni dell’organismo.

La serotonina è coinvolta anche in vari processi biologici che vanno a ricadere anche sulle varie funzioni fisiche e psichiche. Ovviamente in base al recettore collegato svolge una funzione positiva differente, anche se dopo vari studi svolti negli anni alcune funzioni non sono ancora ben chiare e precise.

LEGGI ANCHE: È una questione di ormoni la perdita di peso, veri alleati per il peso forma

Ecco alcuni benefici della serotonina e tutto quello che bisogna sapere!

serotonina

Molti non sanno ma la serotonina ha vari effetti benefici sia per la mente che per il fisico. Regola il sonno-veglia, svolge una funzione protettiva per i vostri neuroni e dona benessere e piacere anche a livello sessuale.

Stabilizza l’aggressività e la rabbia, la temperatura corporea e l’intensità di dolore dovuto a qualche trauma. Regola la pressione sanguigna e il ritmo cardiaco, la contrazione dei muscoli, previene emicrania o vari sintomi.

Protegge la densità delle ossa ed è un valido ormone durante la crescita dei bambini durante il loro sviluppo. È un ormone utile anche a chi soffre di squilibri mentali, periodi intensi e da forti stati di stress ed ansia.

Un amminoacido molto importante contenuto all’interno della serotonina è il triptofano, utile anche per regolare l’appetito e curare la propria dieta. Per migliorare l’umore e sviluppare maggiore serotonina si consumino cibi a basso contenuto calorico tipo frutta come le banane, i datteri o la papaya.

Si consigliano fortemente anche le proteine, cibi ricchi di omega3, fritta secca, cereali integrali, carboidrati e zuccheri come il cioccolato fondente. Si sconsigliano cibi contenenti grandi quantità di grassi saturi, zuccheri semplici ed evitate l’uso spropositato di caffeina e teina.

serotonina