Purtroppo, le persone che hanno il diabete, non possono mangiare molti alimenti, dovendo calcolare alla perfezione la quantità di zuccheri in un alimento.

E quindi: le persone affette da diabete possono mangiare panificati? I carboidrati non sono un alimento da non prendere alla leggera, infatti sono uno dei nutrienti utilizzati dal corpo per creare energia in modo veloce.

Purtroppo però hanno varie controindicazioni, poiché i carboidrati andrebbero ingeriti secondi vari parametri come: quantità, diversità, in base al movimento fisico abituale e all’età. Un falso mito racconta che la sera non è consigliabile assumere carboidrati, ma in realtà dipende dalla quantità, poiché in piccole dosi, può comunque essere facilmente assimilabile.

LEGGI ANCHE: Camminare? Quanto ogni giorno per azzerare diabete e colesterolo

Cos’è il diabete?

diabete

Con il termine diabete si identificano varie malattie, ma la più conosciuta legata al glucosio e ai carboidrati è sicuramente il diabete mellito. Questo tipo è cronico e porta un difetto di insulina che può essere di diverse entità.

Per questo le persone affette da diabete mellito, hanno bisogno di un monitoraggio costante, assumendo all’occorrenza dosi di insulina calcolate in base al momento e ai valori considerati.

Il diabete può essere causato da moltissimi fattori, che possono essere legati ad altre malattie, farmaci, infezioni, patologie genetiche e a volte anche da obesità, colesterolo e ipertensione.

LEGGI ANCHE: Diabete, quale sport lo tiene sotto controllo che ancora non sapete

Cosa c’entrano i carboidrati?

 

I carboidrati non sono altro che zuccheri, una delle maggiori fonti di energia velocemente assimilabile dall’organismo. I panificati come pane, pizza e pasta, sono alimenti ricchi di carboidrati, quindi non sono alimenti consigliati per chi soffre di diabete.

Però c’è un elemento che non tutti prendono in considerazione, cioè: la lievitazione.
La lievitazione è un processo chimico che, consumando lo zucchero, aumenta il volume di un impasto producendo anidride carbonica.

Per evitare alzamenti di glicemia è possibile introdurre questi cibi nella dieta abituale a quantità minime, senza dover rinunciare a nessuno di quelli elencati pocanzi. Inoltre contribuiscono al fabbisogno giornaliero, inoltre la pasta, cereali e i suoi derivati posseggono un basso contenuto glicemico.

diabete