E’ arrivato il limite tanto atteso per i nostri ragazzi. Scopriamo insieme di cosa si tratta e quali sono le conseguenze.

Quello in questione è un limite che si attendeva da tempo e che si inserisce nell’ottica di limitare il numero di minorenni che ne fanno largamente uso.

Di seguito vi forniamo tutti i dettagli in merito ad un annoso problema che colpisce sempre più bambini e adolescenti. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Limite per i nostri ragazzi: la severa decisione

Arrivato un limite per i nostri ragazzi: finalmente qualcosa di buono

Il Partito Cinese ha voluto introdurre delle regole a dir poco stringenti per limitare il numero di minorenni cinesi che giocano ai videogiochi.

In particolare, a partire dal 1 settembre 2021, ciascun utente potrà giocare soltanto 60 minuti al giorno e solo il venerdì e nei giorni festivi, dalle 20 alle 21. Non solo, ognuno di essi dovrà fornire il vero nome e fornire i documenti di identità.

Leggi anche: LIMITARE L’USO DEL CELLULARE AI FIGLI ADOLESCENTI: ECCO COME FARE

In merito a tali misure si è pronunciato Filippo Santelli di Repubblica e inviato in Cina.

Secondo il giornalista, infatti, tali misure non fanno altro che evidenziare una totale sfiducia nelle capacità genitoriali dei  cinesi.

Va detto, in verità, che la stragrande maggioranza di minorenni cinesi vive con i nonni dal momento che i genitori per lavoro sono costretti a stare via. Di conseguenza, i bambini e gli adolescenti della Cina trascorrono quasi tutto il loro tempo davanti ai videogiochi.

E’ per questo che il governo cinese ha voluto intervenire con delle regole più stringenti per sopperire alla mancanza di responsabilità delle famiglie.

Leggi anche: ADOLESCENTI E FUMO: CONSIGLI UTILI PER CAPIRE SE VOSTRO FIGLIO FUMA

Come ha spiegato lo psicoterapeuta Federico Tonioni, tali misure in Italia non sarebbero potute attuarsi perchè lesive della libertà. Tuttavia, ha voluto precisare che sarebbero state del tutto inutili dal momento che quando un bambino o un adolescente trascorre molte ore ai videogiochi, si celano problemi ben più profondi che riguardano al sfera affettiva.

Arrivato un limite per i nostri ragazzi: finalmente qualcosa di buono