Le donne che hanno compiuto 50 anni dovrebbero periodicamente sottoporsi a questo importantissimo screening capace di prevenire una grave malattia: ecco di cosa si tratta.

La malattia del secolo colpisce sempre più donne e, se non si conosce ancora il perchè di certi malanni, qualcosa si può fare per prevenirli e cercare di intervenire in tempo. Per questo motivo tutte le donne, superata una certa età, dovrebbero sottoporsi a una serie di test e di screening per accertarsi che tutto vada per il meglio.

Parliamo del pap-test ma anche della mammografia: quest ultimo screening dopo una certa età è di vitale importanza per la prevenzione dei turmori al seno. Ecco in cosa consiste e perchè è così importante sottoporvisi periodicamente.

La mammografia, perchè questo screening è così importante dopo i 50 anni

Mammografia

La mammografia è una radiografia eseguita tenendo il seno compresso tra due lastre: lo scopo principale è quello di verificare l’assenza di formazioni o noduli potenzialmente tumorali.


LEGGI ANCHE: Pap test: un esame importantissimo per la prevenzione


E’ un test di vitale importanza nella diagnosi precoce ma anche nella prevenzione dell’insorgenza di malattie come il tumore al seno: un malanno sempre più frequente e presente nelle donne italiane. Per questo motivo sono in atto sempre più campagne di screening di massa e di sensibilizzazione: dopoi 50 anni è sempre meglio sottoporvisi una volta all’anno.

Si parla dei 50 anni a causa della menopausa, perchè prima dei 40-45 anni a causa della densità delle ghiandole mammarie, molto spesso questo esame risulta illegibile.


LEGGI ANCHE: Dolore al seno: ecco come si presenta e quando preoccuparsi


Prima dell’esame non occorre nessuna preparazione particolare, basta recarsi in uno studio attrezzato e basta. Tuttavia, alcuni studi, lo ritengono più efficace se effettuato nella prima parte del ciclo mestruale.

Solo le donne?

In realtà, il tumore alla mammella può coinvolgere e colpire anche gli individui di sesso maschile. Anche loro, dunque, possono sottoporsi alla mammografia: tuttavia, data la rarità di questa manifestazione tumorale, non si è mai pensato di mettere in atto campagne di screening come con le donne. 

Mammografia