L’Airc, Associazione Italiana Ricerca sul Cancro, ha condotto uno studio che ha portato ad una nuova scoperta scientifica su come fermare i tumori e farli regredire. Ecco la scoperta pubblicata sulla rivista Nature Communications.

Lo studio in esame, condotto dai ricercatori dell’Istituto di genetica molecolare del Cnr di Pavia, ha portato ad una grande scoperta che consente di mettere in atto cure terapeutiche più efficaci contro le malattie oncologiche.

Approfondiamo insieme l’argomento nel dettaglio.

Tumori: scoperto come farli regredire

Fermare i tumori e farli regredire: la nuova scoperta scientifica

Claudia Ghigna, a capo dello studio, ha spiegato che i tumori crescono in base ai nutrienti forniti da parte dei vasi sanguigni. Di conseguenza, attraverso una loro limitazione è possibile arrestarne la crescita.

In particolare, già nelle fasi iniziali della malattia, si assiste al formarsi di nuovi vasi, che generano metastasi in organi o tessuti.

Leggi anche: FUMO E TUMORI: QUALI SONO I RISCHI

Ebbene, dallo studio è emerso che mediante il cosiddetto splicing alternativo, si può assistere alla produzione della proteina UNC5B che consente di dare vita a proteine diverse.

La formazione dei vasi sanguigni prende il nome di angiogenesi e dalla sua analisi è possibile mettere in atto delle terapie mediche in grado di determinare una regressione del tumore.

Va detto che, attualmente, tali terapie hanno sortito risultati ancora modesti che rendono necessario l’ottenimento di maggiori informazioni in merito al ruolo dei vasi sanguigni nel caso delle malattie tumorali.

Davide Pradella, componente del team di studio, ha inoltre spiegato che alla base della produzione della proteina UNC5B- 8 c’è il fattore NOVA2.

Questa si trova presente in piccole quantità, o addirittura assente, nei tessuti sani, mentre in quelli colpiti dal tumore è presente in maggiori quantità. E’ proprio quest’ultima ad attivare lo splicing alternativo prima citato.

Leggi anche: PIU’ GIOVANI CON TUMORI E’ ALLARME ECCOSA STA SUCCEDENDO

Ciò detto si tratta di uno studio che apre la strada ad altri studi scientifici con la speranza che si riescano ad attuare cure sempre più efficaci contro questa terribile malattia.

Fermare i tumori e farli regredire: la nuova scoperta scientifica