Per ottenere un buon caffè bisogna partire dalla corretto modo di pulire la moka!

Secondo alcuni detti antichi, per ottenere un buon caffè dall’aroma intenso e dal gusto deciso, non bisognava mai pulire la moka. Infatti è un usanza che in moltissime case si utilizza ancora. Oggi finalmente bisogna sfatare questo mito, visto che gli oli e il grasso che si deposita nel serbatoio della macchinetta a rendere il caffè di un colore simili al catrame e dal sapore bruciato. Occorrono semplici accorgimenti per tenere sempre pulita la moka e avere sempre un caffè ottimo come al bar.

LEGGI ANCHE:  Il segreto per ottenere finalmente un buon caffè come quello del bar

Come pulire la moka correttamente? Quante volte bisogna farlo?

moka

Per avere sempre la moka pulita occorre sapere che, la pulizia viene fatta settimanalmente e poi ogni giorno. Quella di tutti i giorni, occorre minuirsi di una retina in ferro e un detersivo poco aggressivo, poco schiumoso e che non abbia profumi. Altrimenti potrebbero attaccarsi alle pareti del serbatoio alterando l’odore e il sapore del caffè.

Strofinate le pareti energicamente utilizzando dell’acqua calda. Una volta pulita la moka sia dentro che fuori. Asciugate con cura ogni pezzo della macchinetta e poi lasciatela al sole il tempo che serve prima di poterla utilizzare, in modo che evaporino tutti gli odori. Mentre il lavaggio settimanale, non vi basterà che utilizzare bicarbonato, sale o aceto da diluire insieme all’acqua che andrete poi a depositare nel serbatoio della moka.

Una volta posizionato il prodotto naturale a vostra scelte, sigillate ermeticamente la moka e portatelo sul fornello lasciando che fuori esca il prodotto come se steste preparando un comune caffè. Questo procedimento servirà a disinfettare accuratamente la moka, con annesso filtro e guarnizione; eliminando ogni traccia di grasso, olio e calcare.

Da non dimenticare il filtro: estraetelo e con un ago da cucito bucherellate i vari pori ostruiti dal caffè, infine lasciatelo in ammollo con una soluzione di acqua e bicarbonato per almeno un’oretta e poi risciacquate bene.

LEGGI ANCHE:  Caffè: perché berlo, ecco tutti i benefici

moka