I succhi di frutta sono delle bevande largamente utilizzate soprattutto in estate poiché freschi e dissetanti.

Sono tante le persone che consumano regolarmente i succhi di frutta ma non tutti conoscono la loro composizione.

Quando si acquista questo tipo di prodotto, infatti, è importante capire quanta percentuale di frutta contengono e tutti gli altri ingredienti.

Succhi di frutta: come riconoscerne la qualità

Succhi di frutta, non tutti fanno bene: ecco come riconoscerli

Iniziamo col dire che queste bevande si dividono in 3 categorie:

  • succhi di frutta;
  • nettari di frutta;
  • bevande a base di succo.

Nel primo caso, si tratta di un prodotto composto da frutta al 100 per cento alla quale viene aggiunta l’acqua.

Nel secondo caso, la percentuale di frutta presente può variare e a questa viene aggiunta una miscela di acqua e zucchero insieme ad una serie di altri ingredienti come:

  • edulcoranti;
  • additivi;
  • acido citrico.

Infine, nel terzo caso, i prodotti contengono la percentuale minima di frutta che è stabilita al 12 per cento dalla legge. Il resto degli ingredienti sono zuccheri, additivi e aromi.

Di conseguenza, questo tipo di prodotto non può essere considerato come un sostituto della frutta fresca. 

Anche nel caso di succhi e nettari, infatti, si tratta di prodotti che presentano meno fibre della frutta e presentano una percentuale più elevata di zuccheri.

Il consiglio è quello di consumare moderatamente questi prodotti che solitamente sono venduti in brick da 200 ml.

Leggi anche: SUCCHI DI FRUTTTA: LE REGOLE PER UN CONSUMO SANO

Va detto che in commercio, molto spesso, è possibile trovare anche dei nettari destinati alla prima infanzia.

In questo caso, la legge stabilisce che non devono contenere antiparassitari, additivi e aromi.

Leggi anche: SUCCHI E BEVANDE, LA VERITA’ SU QUELLO CHE CONTENGONO

Solitamente, a differenza dei brick destinati ai più grandi da 200 ml, questi sono venduti in confezioni da 125 ml. Si tratta di una soluzione maggiormente consigliata poiché minore è la dose di prodotto minori saranno gli zuccheri assunti. Un fattore molto importante da valutare quando si acquista questi tipi di prodotti al supermercato.

Succhi di frutta, non tutti fanno bene: ecco come riconoscerli