Peperoni di prima scelta ecco come riconoscerli. Tutti i consigli utili.

L’estate è la stagione dei peperoni. Li troviamo da acquistare durante tutto l’anno ma è in questa stagione che esprimono al meglio le loro qualità e sono più gustosi. Tantissime ricette estive prevedono piatti a base o con peperoni. Pensiamo alla peperonata e ai peperoni grigliati, per citare le più famose. I peperoni sono ottimi anche da consumare crudi in insalata.

Prima di mettersi al lavoro in cucina, tuttavia, è importante scegliere peperoni di qualità. Che siano gialli, verdi, rossi ecco la guida ai peperoni prima scelta, con i suggerimenti pratici.

LEGGI ANCHE: POMODORI SECCHI, COME FARLI IN CASA, I CONSIGLI PRATICI

Peperoni prima scelta ecco come riconoscerli

peperoni prima scelta

I peperoni colorano le nostre tavole estive, rendendole più allegre, e si accompagnato perfettamente a molti alimenti. Sono saporiti e rinfrescano il palato. Possono essere serviti caldi, freddi e anche crudi. Tutto sta alla ricetta scelta e a come si vuole gustarli.

Sono conosciuti per le loro proprietà antiossidanti, combattono i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento, grazie all’elevato contenuto di vitamine A e C e betacarotene. I peperoni sono anche ricchi di sali minerali, soprattutto di potassio, e hanno pochissime calorie.

In Italia i peperoni vengono colti alla fine di luglio. L’estate, il mese di agosto in particolare, è il periodo migliore per consumarli. Nel resto dell’anno, invece, compriamo peperoni coltivati in serra o importati dall’estero. Approfittate di questo periodo, dunque, per comprarli ma per la scelta dei peperoni migliori dovete seguire queste regole.

I peperoni di qualità, che trovate dal fruttivendolo o al supermercato, sono quelli con la buccia lucida e tesa, senza rugosità. Devono essere sodi al tatto, verificate tastandoli leggermente, ovviamente indossando i guanti.

Varietà di peperoni

Esistono tante varietà di peperoni, solitamente quelli rossi sono quelli più sodi e croccanti, i gialli sono più morbidi e dolci, mentre quelli verdi sono più acerbi e vanno mangiati cotti.

Una delle qualità di peperone più diffusa in Italia è il peperone di Carmagnola, che può essere giallo o rosso e viene coltivato in Piemonte fino a ottobre. Le tipologie più comuni di questo peperone sono il “Corno” o “Lungo” e il “Quadrato”. Sempre dal Piemonte, un’altra tipologia è il Quadrato d’Asti. Anche questo può essete giallo o rosso e ha una polpa carnosa e dolce.

Dal Lazio, invece, viene il peperone di Pontecorvo DOP, che è coltivato nella provincia di Frosinone e viene raccolto fino a quasi novembre. Si tratta di un peperone rosso dalla forma allungata e la buccia sottile. È molto saporito e leggermente piccante.

Il Friggitello è un peperone piccolo e dalla forma allungata, di colore verde. Viene coltivato in Campania, Basilicata e Puglia, dove viene raccolto fino alla fine di settembre. Ha un sapore dolce. È chiamato friggitello perché nella cucina napoletana viene fritto in padella.

LEGGI ANCHE: SPELLARE I PEPERONI I METODI PIÙ EFFICACI

peperoni prima scelta