terapia

L’agopuntura è un metodo scientifico e filosofico, originario dalla Cina del 3 a.C. e si utilizza tutt’ora sia in Cina che nei paesi occidentali. 

Secondo un medico cinese, tutto il corpo è energia e c’è una connessione con la parte superficiale del corpo con gli organi interni. Alcuni studi medici occidentali, affermano che l’agopuntura può stimolare le secrezioni di endorfine, controllando il dolore e i livelli di cortisolo.

L’agopuntura è una tecnica in grado di ottenere risultati efficaci e immediati, anche se la scienza moderna non è in grado di comprenderla al pieno. L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che, con l’agopuntura è possibile curare innumerevoli patologie e malattie. In Italia viene esercitata solo da medici laureati in chirurgia e odontoiatria e la figura da medico agopuntore richiede studi e pratiche lunghissime.

LEGGI ANCHE:  Cromoterapia per il benessere di fisico e psiche: cos’è e come funziona

Quali malattie e patologie si possono curare?

agopuntura

Bisogna fare una distinzione fra le malattie funzionali e quelle organiche. Alle malattie funzionali vengono alterate le funzioni o in altri casi le struttura organica, esercitando una funzione positiva fino alla guarigione.

Le malattie organiche invece, la cura sarà limitata visto che non si troveranno notevoli miglioramenti ma si potrà trarre un beneficio sintomatico. Prima di procedere all’agopuntura, il medico dovrà fare una diagnosi specifica, in modo da accettarne la patologia. Vengono utilizzati aghi monouso e lavorano sui punti energetici del corpo.

Ecco alcune malattie che l’agopuntura cura:

  • diabete alto, ipertensione arteriosa lieve;
  • stipsi, diarrea, emorroidi, dispepsia, intestino irritabile, coliti;
  • dismenorrea, sindrome pre-mestruale, meno pausa;
  • cistiti, impotenza;
  • paralisi, emicrania, ictus cerebrale;
  • depressione, ansia, stress, insonnia;
  • acne, dermatite, eczema, herpes;
  • vertigini, acufeni, sinusite;
  • dolore articolare acuto e cronico, artrosi, artrite, sciatica;
  • dipendenza da nicotina, alcol e droga.

LEGGI ANCHE:  Aromaterapia: le origini e i benefici sul nostro organismo

Come succede in una seduta di agopuntura e quante sedute bisogna fare?

Il medico individue i punti deboli e doloranti del paziente, posizionando gli agli sottili nella zona interessata in maniera molto rapida e indolore. La procedura dura mezz’ora e i risultati spesso, dopo la seduta sono immediati, provocando rilassamento e svolgendo una funzione antidolorifica.

Mentre patologie più difficili da trattare, ci potrebbe volere più del tempo del previsto in base alla gravità della situazione. Il medico dopo la seduta chiede al paziente di annotare tutti i cambiamenti e miglioramenti fisici settimanali.

Il numero di sedute dipendono dalla malattia: di solito si effettuano 10 sedute nella forma acuta, altrimenti 6. I cicli terapeutici si ripetono più volte l’anno, mentre se si soffre di allergie, si consigliano 6 trattamenti ripetitivi a scopo preventivo.

aghi