Quante volte guardando il cielo ci si è chiesto quali stelle o quali costellazioni si stesse osservando? Grazie al progresso tecnologica ora sappiamo la posizione della maggior parte delle stelle osservabili, cosa che ci ha reso in grado di mappare il cielo nelle varie stagioni.

È da migliaia di anni che l’uomo osserva le stelle con meraviglia e stupore. La loro posizione è stata usata dai popoli antichi per creare le piramidi, dai navigatori per orientarsi in mare e dai poeti per scrivere sonetti.

Il cielo, con il suo fascino di mistero, riempie di domande chi lo guarda e lo spinge alla ricerca delle risposte. Per poter iniziare a riconoscere ciò che si sta guardando è possibile utilizzare le mappe celesti dette anche cartine stellari. Esse rappresentano il cielo osservabile nelle varie stagioni, permettendo al loro utilizzatore, una volta localizzata la stella polare, di localizzare facilmente la posizione dei corpi celesti.

LEGGI ANCHE:  Perché il sole appare giallo? Ecco la spiegazione

Come trovare e riconoscere le costellazioni!

costellazioni

Per trovare e riconoscere le costellazioni si possono utilizzare vari strumenti. Come spiegato in precedenza, si possono usare le mappe celesti, oppure con soluzioni più tecnologiche.

Ci sono varie app e programmi che, utilizzando la geolocalizzazione e la rete internet, possono stabilire con certezza cosa stiamo osservando.

Le costellazioni osservabili variano in base alle stagioni e se si è alle prime armi, bisogna armarsi di una Cartina Stellare. Trovando così la Stella Polare, si è in grado di trovare anche le altre costellazioni.

Le costellazioni in cielo in Primavera

Durante la primavera, per una giusta osservazione del cielo, bisogna localizzare la Stella Polare. Essa è situata sotto le prime due stelle dell’Orsa Maggiore. È facilmente riconoscibile dalla grande luminosità emessa da questa stella.

Utilizzando l’arco creato dal timone del Grande Carro, è possibile creare un triangolo tra le stelle: Arturo, Spica e Regulo, così da avere un altro punto di riferimento.

Le costellazioni in cielo in Estate

Anche nel cielo estivo, per localizzare la Stella Polare, si può utilizzare l’Orsa Maggiore. Si può infatti trovare tra il Grande Carro e Cassiopea.

Per orientarsi si può utilizzare anche il “Triangolo Estivo” formato dalle stelle: Deneb, Vega ed Altair.

LEGGI ANCHE: Luna di Fragola: cosa è e quando poterla osservare

Come orientarsi nel cielo nelle altre Stagioni?

Le cose cambiano nelle stagioni fredde, poiché la posizione della Terra e del Sole giocano un ruolo fondamentale nella visibilità delle stelle nel cielo.

Le costellazioni in cielo in Autunno

In Autunno Cassiopea è simile ad una M e si trova più in alto rispetto all’Orsa maggiore. Puntando al vertice interno di Cassiopea e allineandola con il Grande Carro è possibile localizzare la stella Polare.

Le costellazioni in cielo in Inverno

Questo periodo dell’anno è caratterizzato dalla presenza di stelle molto luminose. Si potrebbero fare moltissimi esempi, ma tra queste, spicca quella più luminosa del cielo: Sirio. Per orientarsi si può utilizzare il “Triangolo Invernale” composto da: Sirio, Betelgeuse e Procione.

Anche di inverno è possibile affidarsi alla Stella Polare. D’inverno Cassiopea si trova alla sinistra dell’Orsa Maggiore, e guardando nel centro, si può ritrovare così la Stella Polare.

cosmo