Grigliata.

La bella stagione è arrivata e non c’è periodo dell’anno migliore per fare una bella grigliata con gli amici. Che sia nel giardino di casa o in campeggio, il barbecue deve essere sempre perfetto.

Il profumo e il sapore della carne accompagnato dal sole e da una birra ghiacciata, rendono le grigliate in compagnia un evento eccezionale da passare con le persone che ami. Purtroppo però, anche dopo il primo utilizzo, la griglia ed il barbecue si anneriscono e si incrostano lasciandoci l’arduo compito della loro pulizia. Se non si sa come trattare queste incrostazioni, sarà parecchio complicato igienizzare e far tornare il barbecue come un tempo.

Prima di effettuare la pulizia vera e propria, ricordiamo sempre di lasciar raffreddare la griglia e di rimuovere i residui di cenere e carbonella.

LEGGI ANCHE:  Come spegnere barbecue: trucchi per farlo in sicurezza

I migliori rimedi naturali per pulire il barbecue.

compagnia

  • Caffè

Ottimo la mattina appena svegli, il caffè è anche un rimedio perfetto per la pulizia del barbecue! Immergendo la griglia e gli utensili in una bacinella con due o tre tazze di caffè per circa un’ ora, rimuovere le macchie e le incrostature diventerà molto più semplice. L’acido naturalmente contenuto nel caffè riuscirà a sciogliere il grasso, donando lucentezza a tutto ciò che è stato utilizzato durante la grigliata.

  • Sapone di Marsiglia

Il sapone è un rimedio ideale per la griglia! Per questo metodo bisognerà sciogliere il sapone in scaglie in un secchio d’acqua immergendo la griglia e gli utensili. Dopo aver lasciato agire il sapone per un’ora, bisogna strofinare il sapone sulle zone da trattare e successivamente utilizzare una spugna o un panno per finire il lavoro. Per essere sicuri che nei prossimi utilizzi non si senta l’odore del sapone, si dovrà lasciare asciugare accuratamente tutto all’aria aperta prima di rimontare il barbecue.

  • Aceto

Se non è eccessivamente incrostato, l’aceto è sicuramente uno dei rimedi che farà risplendere di più il vostro barbecue. Utilizzando una bacinella riempita in parti uguali di acqua e aceto, la fuliggine e le macchie ostinate saranno più facili da rimuovere. Una volta asciugato, ridarà un odore neutro al barbecue eliminando la puzza di fumo.

LEGGI ANCHE:  Barbecue nel giardino privato: ecco cosa prevede il regolamento

Altri trucchi e suggerimenti per una griglia perfetta

Se si vuole avere un barbecue lucido e pulito la prevenzione è fondamentale. Per evitare che le incrostazioni e il nero rovinino per sempre il nostro barbecue si può rimuovere il grosso mentre è ancora caldo. Utilizzando la spatola usata in cottura, bisognerà raschiare la griglia energicamente, così da facilitarci il lavoro in un secondo momento.

Dopo aver trattato lo sporco con uno dei metodi sopracitati, servirà comunque una certa dose di olio di gomito. Utilizzare spugne in ferro facilita la lotta alle incrostazioni, di contro però, graffierà irrimediabilmente il barbecue, quindi il consiglio è di usarle solo sulla griglia in acciaio così da limitare i danni.

Se è stato cotto del pesce, uno dei metodi migliori per eliminarne l’odore è senza ombra di dubbio il bicarbonato. Una volta sciolto mezzo bicchiere in litro di acqua calda, utilizzando una spugnetta, bisognerà strofinare la griglia fino a quando non è pulita.

barbecue