Il foulard è un accessorio che non passerà mai di moda. Che sia su un vestito colorato o monocolore, se utilizzato nel modo giusto darà quel tocco di classe ed eleganza al look.

Nel mondo, ci sono innumerevoli mode e stili, a differenza delle stagioni, luoghi, usanze e culture. Il foulard deriva dal francese e indica un semplice fazzoletto di seta, oggi come oggi può essere anche di cotone, di vari colori e fantasie che viene utilizzato in varie maniere: come copricapo, accessorio per la borsa, sulle spalle come mantella oppure intorno al collo come sciarpa.

LEGGI ANCHE:  Come vestirsi in base al proprio fisico per valorizzarsi?

Il foulard: la storia di questo versatile accessorio!

colori

I ritrovati storici del foulard risalgono alla tradizione cinese: veniva utilizzato dai soldati dell’epoca per coprire la gola in caso di attacco dei nemici.

E’ stata però la casa di moda Hermes a lanciare per la prima volta questo accessorio mondano, grazie al famosissimo carré di Hermes: la casa di moda invogliava gli artisti dell’epoca a utilizzarlo come accessorio per le scarpe.

Tra gli anni 50′ e 60′, moltissime dive dell’epoca iniziarono ad utilizzare il foulard a partire da Grace Kelly, Audrey Hepburn e Jacqueline Kennedy: lo annodavano intorno al collo diffondendo così una vera e propria passione per questo accessorio.

Col passare degli anni, si rivoluzionò l’idea di utilizzare il foulard: infatti nel 1970 diventa un vero e proprio capo d’abbigliamento. Si iniziò ad utilizzarlo come intrigante top, come turbante, come scialle o coprispalle.

LEGGI ANCHE:  Indossare il foulard: come essere sempre eleganti e alla moda

Il foulard oggi e modi creativi per indossarlo

velo

Il foulard, accessorio universale, può essere sfoggiato sia da donne che dagli uomini, che lo utilizzano per dare un tocco più ricercato all’immagine o come fazzoletto da taschino.

Vediamo alcuni modi per indossarlo:

Annodato al collo: classico e intramontabile, utilizzato dalle star da anni come Audrey Hepburn. Per nulla scontato, facilmente annodabile intorno al collo posizionato lateralmente, donando un tocco di charme e chic a ogni look.

Fascia per i capelli: utilizzabile come durag (copricapo afro-americano), copri testa o come semplice fascia per capelli, in modo che i capelli sciolti risulteranno di più grazie a un foulard dalla stampa vivace ma in pendant con il look di tutti i vestiti e accessori abbinati.

Cintura: invece di utilizzare fastidiosissime cinture di ferro o in cuoio; come alternativa più morbida e stilosa, si può optare per un foulard dalle stampe animalier o minimal.

Annodato intorno al polso: basterà un foulard piccolo, non troppo lungo e largo altrimenti risulterà scomodo. Fate un paio di giri intorno al polso e infine prendendo le due estremità, annodatelo mediante un fiocchettino in modo che non sia d’intralcio.

foulard.