Viso.

Per mantenere e ottenere una pelle perfetta, morbida e pulita al tatto bisogna innanzitutto capire il tipo di pelle che bisogna trattare.

Spesso si sottovaluta l’importanza che ha la cura della pelle quotidiana, considerandola una perdita di tempo e sottovalutando invece i benefici che ne concerne. Il viso accumula tossine dannose per la pelle come :

  • acne;
  • punti neri e bianchi;
  • pori dilatati;
  • brufoli.

L’errore più diffuso che molte fanno per combattere le imperfezioni del viso è quello di focalizzarsi su una sola esigenza alla volta. Se la vostra zona T risulta lucida, grazie a una buona maschera all’argilla potrete combattere questa diffusa problematica. L’argilla non agirà solo nella zona trattata, ma renderà pulite e purificate le zone dove sono presenti molti brufoletti e imperfezioni varie.

Pelle perfetta: in quale categoria siete? 6 mosse per capirlo

Brufoli.

Per capire il tipo di pelle bisogna cercare di vederne le caratteristiche. Se si ha il tipo di pelle normale lo si può notare dal colorito e pori microscopici. Risultando più sana, fresca e luminosa a livello fisiologico, per nulla spenta e opaca.

Se invece si notano zone di colorito diverso si tratta sicuramente di quella mista, che può anche essere oleosa o secca in modo non omogeneo.

C’è poi la cute secca caratterizzata da pelle tesa e irritata. Spesso screpolata in vari punti dovuta alla mancanza di sebo (pelle lipidica) e questo fenomeno è dovuto da una insufficiente idratazione.

Infine, la categoria più problematica: la pelle grassa. Questa particolare condizione dell’epidermide è caratterizzata da una percentuale alta di oleosità, perennemente lucida, con costante acne e cisti sebacee. Ciò è dovuto dalla troppa stimolazione delle ghiandole pilifere causando superproduzione di sebo.

LEGGI ANCHE: Protezione solare: tutti gli errori che bisogna evitare

Quali sono i passaggi per avere una pelle perfetta?

Pelle perfetta.

Il primo passaggio per avere una skin care perfetta e duratura è utilizzare un detergente viso non aggressivo, che permetta una doppia azione: esfoliante e detergente.

Il secondo passo per detergere in profondità ed eliminare epidermide morta e impura, bisogna effettuare due volte a settimana una maschera viso contenente argilla pura, acquistabile facilmente anche online.

Ora come terzo passaggio, avendo una pelle già più liscia e trattata bisogna applicare il tonico, un’acqua micellare o bifasica che permette di richiudere i pori, normalizzare il Ph e donare alla pelle più tonicità.

Al quarto step c’è il Siero che, mediante la sua texture liquido-viscosa permette d’idratare in profondità grazie a un’alta percentuale di principi attivi.

Adesso, è il momento di applicare una crema viso adatta al vostro tipo di pelle e una volta asciugata passarne una crema Spf (Sun Protection Factor) garantendo protezione dai raggi Uv.

LEGGI ANCHE: Dermatite atopica: cos’è, come si riconosce e quali sono i rimedi naturali

Altri consigli utili e accorgimenti!

Spesso, i prodotti acquistabili in supermercato promettono di trattare varie tipologie di epidermide, ma si sconsiglia di prendere prodotti universali e puntare solamente su quelli specifici, a basso contenuto di alcool, basi siliconiche e solfatiche.

Come alternativa alla maschera viso ci si può affidare a uno scrub, fatto in casa o già pronto.

Nei due passaggi descritti sopra potrete tranquillamente unire le due creme così da abbreviare il processo e permettere alla pelle di proteggersi dall’invecchiamento, smog e formazione di rughe.

Per mantenere sempre una pelle perfetta e curata non bisogna affidarsi solo a prodotti e creme. Bisogna condurre una vita sana, dormendo tra le 7-8 ore ed evitando la sedentarietà.

Praticare sport come jogging, pilates e Yoga possono aiutare a mantenere la cute elastica oltre ad essere un ottimo esercizio per corpo e mente. Cercate anche di evitare cibi spazzatura, fritti o eccessivamente grassi che portano la pelle a invecchiare, ingrigirsi e produrre maggior sebo con un aumento di acne e impurità.

Skin care.