Quando si acquista un gelato, spesso non ci si rende conto se è artigianale o ricco di conservanti. Con pochi semplici trucchetti scoprirete come capire e riconoscere un gelato commerciale da uno artigianale.

Il gelato artigianale è il dolce più gustoso e fresco dell’estate. Grazie alla vasta scelta di colori e sapori, si possono soddisfare qualsiasi esigenza. Se state cercando un dolce fresco ma al contempo saziante, sono presenti in commercio gelati con gusti di cibi da tavola, come fave e pecorino oppure la tradizionale pasta e piselli. Un’idea geniale e anche veloce da mangiare senza rinunciare a nulla.

Scopriamo però come capirlo davvero.

Ciò che si sta mangiando è un gelato artigianale?

Il gelato tradizionale è realizzato in laboratori con prodotti freschi, scelti e di primissima qualità. Esiste anche un giorno dell’anno che è il 24 marzo e si celebra la Giornata europea del gelato.

Grazie ad alcuni accorgimenti fondamentali potranno aiutarvi a capire se il gelato scelto sia fresco oppure mediocre.

I primi due punti sono l’aspetto e il colore: sono la base che vi aiuterà a individuare quello giusto per voi.

L’aspetto è indispensabile nei gelati, i cui colori non devono risultare sgargianti o artificiali, specialmente per quelli fatti di frutta. Il gelato alla banana non deve risultare giallo in vetrina come la sua buccia, ma il suo colore deve essere bianco come il suo composto.

Gusto: sembra scontato ma quando si mangia il gelato, bisogna sentire il sapore scelto. Il gelato al melone deve essere arancione come la buccia della zucca, dovrà risultare soffice e cremoso e deve avere quel gusto inconfondibile di melone per nulla scontato.

LEGGI ANCHE: Come essiccare le erbe aromatiche: 3 metodi efficaci

Ingredienti e consistenza? Fondamentali!

Fragole.

Lista ingredienti: la lista dei prodotti con cui viene realizzato il gelato dovrebbe essere di dominio pubblico ed esposto in gelateria onde evitare incresciosi inconvenienti, come allergie o intolleranze alimentari.

Assicuratevi sempre che sia esposto, altrimenti potrete andar via dal locale cercando altrove di meglio.

A seconda del tipo di gelato cambiano gli ingredienti:

  • gli ingredienti base per gelati di base cremosa sono il latte, la panna, lo zucchero e le uova
  • quelli per gelati fruttati invece sono l’acqua, lo zucchero e la frutta.

Consistenza: la consistenza del gelato deve risultare cremosa, non pesante e il gelato si deve sciogliere in bocca non lasciando il palato ghiacciato in maniera eccessiva.

Se sono presenti cristalli di ghiaccio nel composto, significa che non è stato conservato nella maniera opportuna.

LEGGI ANCHE: Pomodori secchi: come farli in casa, consigli pratici

Come si presenta il gelato artigianale?

Disposizione del gelato nella vetrina: Il gelato all’interno delle vetrine riposto nei suoi appositi contenitori, non dovrà strabordare o dare l’impressione di un blocco di cemento immobile. In quel casi lì sarete presenti a gelati in crema fatti con grassi idrogenati o derivanti vegetali che daranno quell’impressione che il gelato non si sciolga mai. La tradizione infatti prevede che il gelato artigianale si sciolga prima di quello prodotto artificialmente e non dovranno recare sete assurda.

Non vi resta che cercare la gelateria del vostro cuore assaporando quello che piu vi piace, facendo attenzione e utilizzando questi trucchetti potrete gustare finalmente un gelato con la G maiuscola.

Gelateria.