Bastoncini di pesce
Surimi: gli ingredienti dei bastoncini di pesce arancioni

Ecco quali sono gli ingredienti del surimi; i bastoncini di pesce che si consuma soprattutto in estate per arricchire le insalate.

Si potrebbe pensare che sia un alimento esotico, ma non è così. Si tratta di un prodotto che è stato creato dall’industria alimentare per evitare di buttare gli scarti di lavorazione. I cilindri di colore arancione all’esterno e bianchi all’interno sono formati da vari tipi di pesce tritati tutti insieme ed arricchito con sostanze varie, soprattutto additivi. Vediamo nel dettaglio.

Perchè non consumare il surimi: ecco gli ingredienti

[caption id="attachment_13133" align="alignnone" width="740"]Bastoncini di pesce Surimi: gli ingredienti dei bastoncini di pesce arancioni[/caption]

I surimi lo troviamo soprattutto sotto forma di prodotto congelato. Anche se ha il sapore del granchio non ha nulla a che vedere con il crostaceo, ma il sapore è dato dagli aromi artificiali.


LEGGI ANCHE: Il pangasio fa davvero male? Scopriamo i misteri di questo pesce sotto accusa


Tra i principali ingredienti oltre alla polpa di pesce che proviene dagli scarti di lavorazione o dai ritagli industriali troviamo:

  • acqua
  • amido
  • amido di frumento
  • albume d’uovo reidratato per rendere il composto più chiaro
  • oli vegetali: di solito vengono usati grassi di bassa qualità come quello di colza o di palma
  • aromi soprattutto quello di granchio
  • zucchero e sale per poterli congelare
  • stabilizzanti: sorbitolo, polifosfati, esaltatore di sapidità
  • glutammato monosodico
  • colorante: estratto di paprica

La quantità di pesce è molto bassa, parliamo di un 30-40% e sempre costituita da scarti industriali. Difficile a volte risalire ai pesci usati; di solito vengono usati scarti che derivano dalla manipolazione di pesci come i nemipteri, il suri, lo sgombro di Atka e specie di carpa asiatica.


LEGGI ANCHE: Come riconoscere il pesce fresco: 6 utili consigli


In conclusione si tratta di un prodotto non sano dal punto di vista nutrizionale. Meglio scegliere un pesce fresco o anche surgelato del quale si conosce la lavorazione e la provenienza. Ad esempio nell’insalate possiamo aggiungere del tonno, dello sgombro o delle acciughe per arricchirle e renderle più appetitose. Questi pesci, soprattutto gli ultimi sono ottimi da un punto di vista nutrizione e sono anche abbastanza economici se paragonati al surimi.

[caption id="attachment_13134" align="alignnone" width="740"]Bastoncini di pesce Surimi: gli ingredienti dei bastoncini di pesce arancioni[/caption]