Il calo della glicemia comporta dei sintomi che devono essere accuratamente individuati per intervenire in maniera corretta su di essi. Scopriamo insieme quali sono i sintomi e i trattamenti in caso di glicemia bassa.

La glicemia bassa è una condizione che può essere individuata e trattata attraverso la corretta analisi dei sintomi. In genere, è considerata bassa quando i valori di riferimento si trovano sotto i 60 – 50 mg/dl.

Di seguito, vi sveliamo quali sono i sintomi più comuni che determinano un calo dei valori di riferimento.

Glicemia bassa: i sintomi

La glicemia bassa, anche detta ipoglicemia, è una condizione che comporta una sintomatologia ben precisa che deve essere correttamente diagnostica, per poi intervenire in maniera giusta.

Tra i sintomi più diffusi ci sono:

  • mal di testa;
  • tremori;
  • sudorazione.

Si tratta di disturbi che possono verificarsi anche durante le ore notturne e sfociare in conseguenze più gravi. Tra le più comuni ci sono:

  • convulsioni;
  • sonnolenza;
  • confusione;
  • incoscienza.

E’ per questo motivo che è necessario, nelle persone diabetiche, eseguire un quotidiano monitoraggio della glicemia.

Quando, infatti, questa infatti può diventare molto bassa nel momento in cui l’insulina risulti insufficiente. Tuttavia, non vanno sottovalutati neppure livelli troppo elevati di glucosio nel sangue.

Leggi anche: GLICEMIA ALTA NEI BAMBINI E NEI RAGAZZI: I VALORI SINTOMO DI DIABETE

Rimedi

Quando si verifica un calo della glicemia, il primo consiglio è quello di mangiare circa 20 gr di carboidrati e succo di frutta.

Glicemia bassa: sintomi e rimedi più efficaci

Se dopo una quindicina di minuti il valore non risulta aumentato e la persona diabetica perde conoscenza è importante che un familiare o chi per esso prenda in mano la situazione. In alcuni casi, di fatti, si dovrà iniettare un ormone in grado di favorire la produzione di glucosio da parte del fegato: il glucagone.

Leggi anche: CONTROLLO DELLA GLICEMIA, COME FARLO DA SOLI

Il diabete è una patologia che richiede una pronta azione da parte non solo del paziente ma anche delle persone che gli sono intorno. Il rischio più temuto sono eventuali ipoglicemie notturne che devono essere prontamente trattate per evitare conseguenze più gravi.

Glicemia bassa: sintomi e rimedi più efficaci