iperglicemia diabete bambini

La glicemia misura lo zucchero nel sangue e quando è troppo alta può indicare la presenza di una malattia molto pericolosa, come il diabete di tipo 2, anche nei bambini e nei ragazzi.

Per il diabete di tipo 2 non ha esiste cura ma solo trattamenti medici che durano per tutta la vita, con lo scopo di limitare possibili complicanze. Ecco perché è importante prevenirlo.

Scopriamo quindi i valori normali della glicemia nei bambini e come evitare che superino certi livelli, causando la malattia del diabete.

LEGGI ANCHE: COS’E’ LA GLICEMIA E QUALI SONO I VALORI DI RIFERIMENTO

Quando la glicemia nei bambini è alta arriva il diabete

glicemia alta

Si parla di iperglicemia quando nel sangue è presente un eccesso di glucosio non elaborato correttamente dal pancreas. Tale condizione caratterizza il diabete di tipo 2.

Per valori normali di glicemia, a digiuno, si intendono valori compresi tra 70 e 100 mg/dl. Se si supera il valore di 126 per più di due volte si può iniziare a parlare di probabile diabete.

Le cause principali dell’iperglicemia sono gli stili di vita sbagliati, come:

  • una cattiva alimentazione
  • e poca attività fisica.

I livelli di glucosio nel sangue sono regolati dall’insulina, l’ormone prodotto dal pancreas. Quando l’iperglicemia è dovuta al diabete di tipo 2 si può avere:

  • insulino-resistenza, ossia l’azione dell’insulina prodotta dal pancreas è insufficiente
  • deficit di secrezione dell’insulina, ossia la quantità prodotta non basta.

Se fino a qualche tempo fa il diabete di tipo 2 era essenzialmente una malattia legata all’invecchiamento dell’organismo, e quindi dell’età adulta, ultimamente sono sempre di più i giovani, anche bambini, con diagnosi di questa malattia. I motivi scatenanti sono:

  • consumo spropositato di zucchero (bevande gassate, dolci, biscotti, cereali, ecc.)
  • sovrappeso e obesità
  • alimentazione eccessiva e consumo di cibo spazzatura
  • vita sedentaria e pochissima attività fisica.

LEGGI ANCHE: CONTROLLO DELLA GLICEMIA: COME FARLO DA SOLI

Iperglicemia e diabete di tipo 2: come prevenire

livello glucosio nel sangue

Poiché per il diabete di tipo 2 non esiste cura, è fondamentale prevenirla, soprattutto per le conseguenze che ne derivano:

  • problemi cardiovascalori (ictus e infarti)
  • problemi agli occhi
  • problemi agli arti inferiori
  • danni ai reni
  • danni neurologici

Una volta diagnosticata la malattia infatti si può solo controllarla attraverso terapie specifiche. Inoltre se contratta da piccoli la malattia è molto più aggressiva.

Essenziali nella prevenzione di iperglicemia e conseguente diabete sono i diversi attori coinvolti:

  • i genitori
  • le autorità sanitarie
  • l’industria alimentare

Tutti possono e devono fare qualcosa per educare i giovani e tutelare la loro salute. E’ bene favorire e incoraggiare a:

  • perseguire e mantenere un peso nella norma
  • svolgere attività fisica regolare

Circa i sintomi, poiché spesso non compaiono subito, è bene monitorare una volta l’anno il livello di glicemia. Se da un prelievo di sangue risulta che questa supera il valore soglia è bene misurare anche l’emoglobina glicata, che individua il livello di concentrazione di molecole di emoglobine e glucosio. Se supera il valore di 6,5 bisogna intervenire.

Alcuni campanelli di allarme possono essere:

  • aumento della sete
  • perdita di peso
  • stanchezza
  • aumento della diuresi

Iperglicemia per motivi diversi dal diabete: può succedere che i valori della glicemia alti siano dovuti a motivi transitori. Tra questi quelli legati allo stress, come in seguito a un intervento chirurgico, e quelli conseguenti all’assunzione di alcuni tipi di farmaci, come gli antipsicotici.