Kefir: cos'è, quali sono i benefici e come si prepara

Il kefir è una bevanda che presenta una serie di benefici molto importanti. Scopriamo insieme di cosa si tratta e come si prepara.

Il kefir è una bevanda che, negli ultimi anni, è diventata sempre più utilizzata perchè apporta al nostro organismo grandi proprietà benefiche.

La bevanda in esame, infatti, si caratterizza per essere uno dei probiotici più efficaci. Questo perchè è ricca di:

  • batteri;
  • lattobacilli;
  • lattococchi;
  • acetobatteri.

Non solo, il kefir è ricco di sali minerali quali, ad esempio, calcio, magnesio, fosforo sostanze indispensabili per il corretto funzionamento di organi e tessuti.

Come preparare il kefir

Kefir: cos'è, quali sono i benefici e come si prepara

Il Kefir si ottiene partendo dai granuli, dall’aspetto gelatinoso di colore bianco, che servono a far fermentare il latte. Questi possono essere acquistati in farmacia o nei negozi specializzati.

Veniamo ora alla preparazione. Per prima cosa, versate 2 cucchiai di granuli all’interno di un contenitore in vetro e dopo aggiungete circa 700 ml di latte, lasciando circa un terzo  del contenitore libero.

Fatto ciò, chiudete il contenitore e lasciatelo a temperatura ambiente per circa 8 ore. Tuttavia, se non amate i sapori troppo aciduli, potete ridurre il tempo a 5 ore. Più lascerete fermentare i granuli, maggiore sarà il sapore acidulo del kefir.

Ad ogni modo, trascorso il tempo necessario, prendete un colino e filtrate il composto. Il vostro kefir sarà pronto per essere bevuto.

Leggi anche: TE’ FREDDO, LA BEVANDA RINFRESCANTE: TRUCCHI E SEGRETI PER FARLO IN CASA

Se non amate il latte, potete preparare la bevanda in esame con l’acqua. Anche in questo caso, il procedimento è molto semplice. Prendete un contenitore in vetro e riempitelo con:

  • acqua, 1 l;
  • granuli di kefir, 3 cucchiai;
  • zucchero, 3 cucchiai.
  • limone, 1 spicchio.

Mescolate per bene ciascun ingrediente e chiudete il contenitore ermeticamente.

In questo caso, la fermentazione dovrà durare dalle 24 alle 48 ore, trascorse le quali dovrete filtrare la bevanda e conservata in frigo. frigorifero fino al completo consumo.

Leggi anche: FARE IL BURRO IN CASA: I PASSAGGI PE RNON SBAGLIARE

In riferimento alla conservazione, il kefir d’acqua va consumato massimo entro 2 giorni.

Kefir: cos'è, quali sono i benefici e come si prepara