Andare in monopattino senza fatica
Andare in monopattino senza fatica

Come andare in monopattino: ecco i segreti per girare su questo mezzo ecologico senza fare fatica. Scopriamoli insieme!

Molte persone credono che andare in monopattino sia più difficile del dovuto: mantenere l’equilibrio e una posizione tesa ed eretta può essere faticoso. Tuttavia, adottando le giuste tecniche può diventare molto più facile di quanto pensate.

Con alcuni semplici consigli, infatti, andare in monopattino sarà facilissimo: scopriamo come fare.

Andare in monopattino senza fatica: i cosigli da seguire

[caption id="attachment_9476" align="alignnone" width="740"]Andare in monopattino senza fatica Andare in monopattino senza fatica[/caption]

Ci sono diversi consigli che vi permetteranno di andare in monopattino senza fatica. La scelta di questo mezzo, infatti, si rivela sempre la migliore soprattutto per quanto riguarda l’aspetto ecologico e le emissioni nulle.


LEGGI ANCHE: Catena della bicicletta: come rimetterla a posto da soli


Seguendo qualche piccolo suggerimento riuscirete a godere a pieno del vostro monopattino.

La spinta corretta

La lunghezza e la frequenza delle spinte dipendono da come si vuole andare in monopattino e dalla velocità che si vuole ottenere. Anche la conformazione della strada, inoltre, ha la sua rilevanza in questo contesto. 

Un percorso piano e rettilineo vi aiuterà a risparmiare molta energia: una spinta ben ponderata con la gamba raddrizzata toccando il terreno con la parte anteriore della punta del piede. Con questo metodo non sentirete mai il peso della fatica.

La postura corretta

Una postura corretta e rilassata vi aiuterà a risparmiare molta energia. Inclinatevi leggermente in avanti con una gamba appoggiata sulla pedana e impugnando saldamente il manubrio. In questo modo non vi affaticherete per niente.

Attenti ai percorsi in salita e in discesa

Utilizzare il monopattino sui percorsi in salita è davvero una decisione ardua: per affaticarsi il meno possibile il consiglio è quello di dare spinte molto corte ma frequenti e continue. Ricordatevi anche di alternare molto spesso le gambe.


LEGGI ANCHE: Ruota della bicicletta forata: come riparare la camera d’aria


Al contrario, per quanto riguarda i percorsi in discesa, invece, è più conveniente posizionare una gamba ben salda sulla pedana e l’altra libera e a penzoloni: in questo modo se occorre sarete pronti subito a dare delle spinte.

Ricordatevi di tenere ben saldo il manubrio e di tenere le dita pronte a schiacciare le leve dei freni qualora ve ne fosse il bisogno.

[caption id="attachment_9478" align="alignnone" width="740"]Andare in monopattino senza fatica Andare in monopattino senza fatica[/caption]