Bonus mamme lavoratrice come fare domanda prima di subito

Grandi novità in arrivo per le mamme lavoratrici, per le quali sta per arrivare un nuovo bonus ed incentivo economico e che arriva come un vero e proprio aiuto per le famiglie italiane. Ecco di cosa si tratta.

In questi ultimi anni abbiamo avuto modo di vedere come la squadra di governo ha già messo in atto una lunga serie incentivi economici che sono stati studiati ad hoc per aiutare le famiglie a fronteggiare la grave crisi che ha investito la nazione durante la pandemia da Covid-19 e non solo.

Infatti, ecco che una delle nuove ed importanti novità è segnata dall’imminente arrivo di un nuovo bonus, ma questa volta studiato per tutte le mamme lavoratrici. Ecco di cosa si tratta nello specifico e come poter presentare la richiesta.

Bonus mamme lavoratrici: come si articola

Come abbiamo avuto modo di spiegare precedentemente, nel corso delle ultime settimane ha preso corpo la notizia riguardante all’arrivo ufficiale sulle scene del Bonus Mamme, ovvero un aiuto che è stato studiato ad hoc per tutte le madri lavoratici e che operano principalmente nel settore privato.

In particolar modo, facciamo riferimento a un tipo determinato di aiuto che possono richiedere le mamma di rientro dalla maternità prevista, il quale permetterà alle donne di poter contare su un’esonero del 50% sulla situazione contributiva. Come spiegato precedentemente, dunque, si tratta di un incentivo importante previsto per tutte le donne lavoratrici e anche mamme impiegate nel settore privato e non solo, dato che questo fa riferimento anche a coloro che hanno un contrattato di apprendistato.

Entro quando richiedere il bonus per le mamme?

Il bonus in questione, dunque, è stato ufficializzato dalla circolare n 102 del 19 settembre 2022 diramata proprio dall’Inps, il quale si presenta davvero come un valido aiuto per tutte le donne che hanno intenzione di richiederlo presso il loro portale online, o recandosi nei loro uffici.

È bene ricordare, però, che nel caso impiegate la domandina deve essere inoltrata dal datore di lavoro facendo riferimento alla voce “Assunzioni agevolate e sgravi“, per poi accedere al box “Esonero articolo 1 c. 137 L 234/2021” e procedere quindi con l’esonero contributivo.