Guarnizioni in cucina da cambiare, non spendere soldi inutile, rigenerale cosi

Beatrice

Casa Senza categoria

Guarnizioni in cucina da cambiare, non spendere soldi inutile, rigenerale cosi. In questo modo dureranno di più

Quando si parla di elettrodomestici, tra le componenti che si rovinano prima ci sono certamente le guarnizioni. Con il passare del tempo si usurano e si rovinano non permettendo il corretto funzionamento dello strumento, provocando perdite d’acqua o fuoriuscita di muffa. Le guarnizioni sono indispensabili per garantire isolamento e tenuta stagna. Le troviamo in lavatrici, lavastoviglie, caffettiere, docce, frigoriferi…sono insomma alla base del funzionamento di oggetti di cui usufruiamo giornalmente.

Solitamente quando una guarnizione si rovina è opportuno sostituirla immediatamente per evitare di dovere sostituire tutto il macchinario, ma non è sempre così. A volte basta una pulizia frequente e corretta della guarnizione per garantire il corretto funzionamento anche per lungo tempo. Ecco come bisogna fare.

Guarnizione, ecco come fare a farla durare di più. Il metodo perfetto per pulirla

Il metodo con cui pulire al meglio la guarnizione varia dal tipo di guarnizione ed elettrodomestico a cui si fa riferimento. Per quanto riguarda la guarnizione della lavatrice il metodo più facile, totalmente naturale, è utilizzare l’aceto bianco e utilizzarla per scrostare le guarnizione ed eliminare eventuali residui di detersivo o tracce di muffa. Vi basterà strofinare bene per rimettere in piedi la vostra guarnizione.

Per le guarnizioni della lavastoviglie il metodo è invece quello di utilizzare aceto e bicarbonato. Anche in questo caso il segreto è strofinare bene sino in profondità, per evitare che nella guarnizione possano essere incastrati residui di cibo che con il tempo possano poi andare a rovinare l’elettrodomestico creando muffe o cattivi odori.

Anche per il frigorifero due ottimi rimedi possono essere bicarbonato e aceto. Il consiglio è passare prima un mix di acqua e bicarbonato per togliere lo sporco più evidenti. Poi invece con un panno si può passare l’aceto per eliminare le macchie più resistenti e difficili da eliminare.  Per una migliore resa al termine di tutto potete dare una passata di succo di limone, passandolo in una soluzione mista ad acqua con un panno.

Anche nel caso della moka e della doccia l’aceto risulta comunque come la soluzione più adatta. Disinfettante, scrostante e del tutto naturale e privo di effetti collaterali. E’ importante compiere questa pulizia di frequente in modo che le vostre guarnizioni non diventino troppo incrostate e dunque irrecuperabili. E’ sempre meglio controllare con frequenza lo stato delle proprie guarnizioni.

Gestione cookie