Sai perché dovresti mangiare i fichi d’india? Ce lo rivela l’esperto

Non tutti sono a conoscenza del motivo per cui si dovrebbero mangiare i fichi d’india. Eccolo svelato una volta per tutte dall’esperto.

I fichi d’India sono un frutto estremamente diffuso soprattutto nelle Regioni del Sud come la Calabria e la Sicilia. Si tratta, in particolare, di un frutto molto benefico per la salute e che per questo gli esperti consigliano di consumare in maniera regolare. A tal proposito, però, non tutti sanno qual è il reale motivo per cui si dovrebbe mangiare il frutto in esame.

Sai perché dovresti mangiare i fichi d'india? Ce lo rivela l'esperto

Di seguito, Valentina Galiazzo, nota nutrizionista spiega per quale ragione bisognerebbe inserire all’interno della propria dieta questo succoso frutto. Una volta essere venuti a conoscenza della reale ragione per cui bisogna mangiare regolarmente questo frutto non potrete fare a meno di consumarli.

Fichi d’India: ecco perchè bisogna mangiarli regolarmente

Sai perché dovresti mangiare i fichi d'india? Ce lo rivela l'esperto

Stando a quanto ci rivela l’esperta Valentina Galiazzo i fichi d’India sono dei frutti estremamente benefico per la propria salute fungendo addirittura da vero e proprio elisir di lunga vita. Si tratta di un alimento la cui polpa risulta essere particolarmente ricco di antiossidanti. Questi svolgono una importante azione di contrasto ai radicali liberi che finiscono per favorire l’invecchiamento.

Senza contare poi il fatto che risultano essere particolarmente dietetici in quanto 100 grammi di prodotto, apportano poco più di 50 calorie. Oltre a ciò sono alleati della propria linea in quanto presentano un elevato contenuto di fibre, che generano un maggiore senso di sazietà.  Oltre ai benefici esposti, il frutto in esame è in grado di mantenere il cuore in salute per via del fatto che sia la polpa che la buccia sono ricche di carotenoidi che aumentano la produzione dell’HDL, ossia del colesterolo “buono”.  La salute cardiovascolare inoltre risulta preservata anche grazie alla presenza della quercetina e dei flavonoidi, sostanze che riducono la possibilità di andare incontro all’insorgere di problemi anche molto seri come, ad esempio, l’infarto. Per tutte queste ragioni dunque non prevedere un regolare consumo del frutto in esame nella propria dieta può rivelarsi estremamente sbagliato in quanto risulta essere tra gli alimenti che presentano il più alto quantitativo di nutrienti.