Gatto e vacanze a chi lasciare il proprio gatto quando partite

Se siete in partenza per le vacanze e non sapete a chi lasciare il vostro gatto, in questo articolo vi forniamo tutte le informazioni necessarie in tal senso.

Sono tantissimi gli italiani che quest’anno non hanno sapute resistere alla tentazione di partire per le vacanze e vivere giorni di relax dopo un anno di duro lavoro. Quando però si possiede un gatto può essere difficile capire a chi lasciarlo mentre si è via. Soprattutto quando si tratta di pochi giorni di vacanza infatti, gli esperti consigliano di lasciare il proprio amico a quattro zampe a casa per evitare stress.

Gatto e vacanze a chi lasciare il proprio gatto quando partite

E’ chiaro dunque che la prima domanda da porsi è a chi lasciare il proprio gatto almeno durante il breve periodo in cui non sarete a casa.

Gatto e vacanze: ecco a chi lasciare il proprio amico a quattro zampe

Gatto e vacanze a chi lasciare il proprio gatto quando partite

Come accennato poc’anzi, i gatti sono animali particolarmente abitudinari e che di conseguenza non amano cambiare la loro routine. Gli esperti, infatti, consigliano di evitare di portarli con è in vacanza soprattutto nel caso di vacanze che durano pochi giorni. In questo modo, infatti, si risparmierà all’animale uno stress inutile.

Ovviamente in questo caso è chiaro che bisogna assicurarsi che vi sia una persona disposta a prendersi cura di lui mentre voi siete via. Potreste, ad esempio, affidare il compito ad un parente o ad un amico. Non occorrerà fare altro che andare a controllare circa due volte al giorno il gatto, avendo cura di pulire la lettiera e di preparare acqua fresca e la ciotola per la pappa.

Nel caso in cui non ci fosse nessuno a cui potreste demandare questa attività è possibile optare per le pensioni per gatti. Sono sempre di più infatti le persone che decidono di affidare il proprio micio a queste strutture che devono essere scelte con molta cura. Tanto per cominciare, bisogna assicurarsi che disponga delle certificazioni e licenze idonee. Oltre a ciò, il consiglio è quello di verificare i requisiti di igiene, pulizia, nonché di spazi sufficientemente ampi. A tal proposito, ci dovrà essere un apposto  spazio in cui l’animale possa muoversi in libertà con la previsione di uno spazio al chiuso per dormire. Ricordate, infine, di comunicare sempre se il vostro gatto soffre di problemi di salute e dunque le relative cure del caso. Può essere molto utile, inoltre, spiegare quali sono le sue abitudini come anche qual è solitamente il suo comportamento con gli altri gatti.