Scoperto in cucina un nuovo toccasana per il corpo, incredibile i suoi effetti

Scoperto in cucina un nuovo toccasana per il corpo, incredibile i suoi effetti su nostro sistema immunitario.

Molti alimenti che utilizziamo in cucina anche i più improbabili possono essere fonte di notevoli benefici e noi nemmeno lo sappiamo. Questo è il caso del lievito di birra che apporta notevoli benefici al nostro sistema immunitario. Ma in che termini? Quali sono le proprietà benefiche del lievito di birra? E in che dosi può essere assunto e come? Il lievito di birra potenzia le difese, funziona come un tonico, è ricco di proteine, fonte di vitamina Be poi è decisamente economico. Ottimo come integratore naturale.

Scoperto in cucina un nuovo toccasana per il corpo, incredibile i suoi effetti04

Ma che cosa è il lievito di birra? E’ un microrganismo, un lievito, il “Saccharomycens cerevisieae Meyen ex E.C. Hansen 1883” e appartiene al regno dei funghi e nello specifico alla famiglia dei Saccaromiceti (Saccharomycetaceae), termine volgarmente traducibile in “funghi degli zuccheri”, mentre cerevisieae, significa “della birra”. Grazie alla sua capacità di trasformare gli zuccheri, glucosio, fruttosio, saccarosio, maltosio, in alcol e anidride carbonica, viene impiegato nella lievitazione.

Scoperto in cucina un nuovo toccasana per il corpo, incredibile i suoi effetti

Ma quanti tipi di lievito esistono? In ambito alimentare tre e sono il lievito alimentare secco in scaglie deattivato, quello secco e deattivato in compresse, quello secco ed attivo, meno diffuso rispetto ai primi. Il lievito di birra è formato dal 45-60% di proteine, 30% di fibre, 9% di carboidrati, 4-7% di lipidi, e 6-9% di minerali, ricco di vitamine del gruppo B. Ricco di fibre e carboidrati (polisaccaridi chiamati ß-glucani, beta-glucani) che vanno anche a ridurre in base alla loro composizione, l’assorbimento dei lipidi. Questi composti sono dei costituenti importanti delle pareti cellulari del lievito e sono interessanti per alcune loro proprietà.

Prendi dei farmaci? Ecco perché è bene evitare questa vitamina

I ß-glucani del lievito di birra, similmente a quelli di alcuni funghi hanno un’interessante azione di modulazione del sistema immunitario. L’organo interessato è l’intestino continuamente a contatto con microganismi che introduciamo dall’esterno. L’organismo attiva così i cosiddetti recettori di riconoscimento di pattern, ovvero “sensori” disposti sulle superfici di alcune cellule che sono in grado di riconoscere, a grandi linee, una moltitudine di molecole tipiche di questi microrganismi.

Tra questi i ß-glucani dei lieviti che entrando a contatto con la superficie dell’intestino stimolano nelle cellule del sistema immunitario. Questa risposta immunitaria è stata rivelata in interessanti studi clinici; il primo rivolto a un gruppo di soggetti sani con un’elevata propensione al raffreddore. Il trattamento con ß-glucani del lievito di birra è durato 4 mesi. In questo periodo si è avuta una riduzione degli episodi infettivi del 25% rispetto al gruppo che prendeva il placebo.

Sistema immunitario

Il secondo ed il terzo, invece, si sono interessati all’effetto del lievito sull’immunosoppressione indotta da esercizio fisico intenso: ad esempio, è noto che una maratona induce una soppressione dell’immunità delle mucose fino a 24 ore. L’effetto dei ß-glucani è stato molto positivo in entrambi gli studi e di particolare interesse è stata la loro capacità di aumentare la secrezione salivare di immunoglobuline A, gli anticorpi che difendono le superfici interne del corpo, dal cavo orale a tutto l’intestino.