Quando si parla di vitamina B in realtà ci si sta riferendo a più vitamine: si parla infatti di vitamine del gruppo B. Scopriamo cosa sono e a che servono.

Le vitamine di questo gruppo sono associate all’energia che il nostro corpo richiede.

Sono idrosolubili, come la vitamina C, ossia assimilibili grazie all’acqua e non si possono accumulare nell’organismo: è quindi necessario assumerle quotidianamente.

Inoltre tra le caratteristiche troviamo anche che la maggior parte sono:

  • termolabili
  • fotosensibili.

Ma andiamo per ordine.

LEGGI ANCHE: VITAMINA K, LA VITAMINA VERDE: A CHE SERVE E DOVE SI TROVA

Le vitamine del gruppo B: quali sono?

vitamine gruppo B
Le vitamine del gruppo B

Fanno parte di questo gruppo 8 vitamine:

  • la B1 o tiamina
  • la B2 o riboflavina
  • la B3 o niacina
  • la B5 o acido pantotenico
  • la B6 o piridossina
  • la B8 o biotina
  • la B9 o acido folico
  • la B12 o cobalamina.

Tutte più o meno svolgono un ruolo legato alla produzione di energia, ma ognuna ha una qualche particolarità.

LEGGI ANCHE: VITAMINA C, LA VITAMINA DA MANGIARE: TUTTI I BENEFICI E I RISCHI

Dove si trovano le vitamine del gruppo B?

Fonti delle vitamine del gruppo B
Fonti delle vitamine del gruppo B

Gli alimenti più ricchi di queste vitamine sono:

  • legumi – B1, B3, B6, B9
  • lieviti – B1, B2, B3, B5, B6, B8, B9
  • patate – B1, B2, B3, B5, B6, B9
  • cereali integrali – B1, B2, B5, B6, B9
  • fegato – B1, B2, B3, B6, B8, B9, B12
  • carne bianca – B3, B5, B8, B12,
  • frutta secca – B1, B2, B3, B5
  • uova – B2, B5, B8, B9, B12
  • latte – B2, B3, B12
  • vegetali a foglia verde – B5, B6, B8, B9
  • pesce – B2, B12
  • cacao – B1, B2, B5, B6, B9, B12
  • tonno – B3
  • funghi – B1, B2
  • molluschi – B1, B12
  • banane – B6

Benefici e carenze delle vitamine di questo gruppo

Le vitamine del gruppo B svolgono un ruolo fondamentale per il nostro organismo: trasformano i cibi che assumiamo in energia, dandoci forza, buonumore, e salute, soprattutto di pelle, capelli, sistema nervoso e cervello.

Alcune hanno anche un ruolo antiossidante, contrastando l’invecchiamento delle cellule.

Tra tutte alcune sono davvero speciali:

  • la B6 contribuisce anche alla formazione di emoglobina
  • la B9 o acido folico favorisce la crescita dei bambini, contribuisce alla formazione dei globuli rossi e in caso di donna in gravidanza previene malformazioni al feto
  • la B12 è fondamentale contro l’anemia.

Tutte e tre queste vitamine, inoltre, sono coinvolte nel metabolismo dell’omocisteina, il cui eccesso può danneggiare le pareti dei vasi sanguigni con aumento del rischio di infarto.

In caso di carenza diverse le conseguenze, e ciò può accadere soprattutto a determinate persone:

  • affette da celiachia
  • affette da malattie intestinali
  • dipendenti da alcol
  • donne in gravidanza, che hanno bisogno di integratori di acido folico
  • chi segue dieta vegana o vegetariana
  • chi assume alcuni farmaci.

Alcuni sintomi di carenza sono:

  • stanchezza
  • perdita di appetito
  • irritabilità
  • confusione mentale
  • anemia
  • dermatiti.

Tra i motivi di una ipovitaminosi  anche le modalità di preparazione, conservazione e cottura degli alimenti che le contengono. Le vitamine del gruppo B infatti oltre ad essere idrosolubili sono anche termolabili, e quindi si degradano a temperature elevate. Alcune inoltre, sono anche fotosensibili ossia la luce le deteriora.

Se normalmente una dieta varia e equilibrata basta ad assicurare il fabbisogno di queste vitamine, in alcuni casi servono però integratori. In questi casi è bene fare riferimento ai medici.

[caption id="attachment_8258" align="alignnone" width="1280"]vitamine del gruppo B nei cibi Le vitamine del gruppo B nei cibi[/caption] [caption id="attachment_8260" align="alignnone" width="740"] Assortment of high vitamin B sources on dark background: milk, liver, olive oil, tomatoes, prawns, peanuts, beef, spinach, salmon, keshew, cheese, haricot. Top view.[/caption]