Pronti per partire ecco quanti contanti puoi portarti, c’è un limite nel spenderli che non conosci ancora

Prima di partire per le vacanze è importante essere a conoscenza di quanti contanti è possibile portare cons è. Ecco qual è il limite che ancora non conosci.

Molte persone non sono a conoscenza del fatto che quando si parte per le vacanze esiste un limite di contanti che puoi portare con sé. È chiaro dunque che per evitare problemi è consigliabile informarsi su questa questione.

Pronti per partire ecco quanti contanti puoi portarti, c'è un limite nel spenderli che non conosci ancora

Ciò detto, in questo articolo vi forniamo tutte le informazioni necessarie che riguardano quanti contanti puoi portare in vacanza secondo la legge.

Contanti in vacanza: ecco quanti ne puoi portare con te in vacanza

Pronti per partire ecco quanti contanti puoi portarti, c'è un limite nel spenderli che non conosci ancora

Ormai da diversi anni, i governi della Comunità Europea stanno incentivando l’utilizzo della moneta elettronica, di conseguenza, i contanti stanno subendo sempre più limiti. Grazie ai bonifici, alle carte di credito e quelle prepagate, infatti, è possibile eseguire transazioni dotate di una maggiore sicurezza e tracciabilità. Proprio questo aspetto tra l’altro rende questi strumenti di pagamento di gran lunga preferiti dallo Stato.

Di conseguenza, sempre di più si sta tentando di limitare l’’utilizzo dei contanti, almeno per quanto concerne importi di una certa entità. Nel corso degli ultimi anni, infatti, si è proceduto a ridurre gli importi da poter impiegare per portare a termine le transazioni. Ad oggi, tale importo è sceso fino ai 2mila euro per ciascuna operazione. Alla luce di quanto appena detto, va da sé che nel caso di transazioni di importo superiore alla cifra su citata, il pagamento dovrà avvenire per forza di cose mediante strumento elettronico.

Ad ogni modo, a partire dal 1 gennaio 2023, si assisterà ad una riduzione dell’importo relativo ai contanti che potranno essere utilizzati per ogni singola transazione. Tale circostanza porterà in maniera inevitabile alla limitazione ancora più stringente di contanti per effettuare pagamenti. Come se non bastasse proprio per incentivare l’utilizzo dei pagamenti elettronici, dal primo luglio è stato introdotto l’obbligo dei pagamenti con pos. In questo caso in particolare si tratta di un obbligo in capo a coloro che sono titolari di un’attività rivolta al pubblico. Questi infatti non potranno rifiutarsi di accettare i pagamenti col  bancomat, senza alcun limite di importo.