Nuovo bonus di 550 euro per i lavoratori: i requisiti e i destinatari

Nuovo bonus di 550 euro per i lavoratori: i requisiti e i destinatari. Tutto quello che è stato reso noto sino ad ora

Negli ultimi anni il paese ha dovuto sopportare una grave crisi economica dovuta ai difficili anni trascorso per via della pandemia e peggiorata ulteriormente dalle tristi notizie arrivate dall”Ucraina. Tra rincaro dei prezzi e difficoltà economiche le tasche degli italiani hanno subito davvero un grandissimo colpo. Per questo lo stato ha deciso di aiutare con diversi incentivi le famiglie italiane a sostenere il difficile momento.

Nuovo bonus di 550 euro per i lavoratori: i requisiti e i destinatari 26062022 Nonsapeviche

Dopo il bonus da 200 euro concesso a lavoratori dipendenti e autonomi, pensionati e disoccupati, il governo sta predisponendo un’altra misura rivolta a particolari categorie di lavoratori

Nuovo bonus da 550 euro in via di definizione: ecco cosa sappiamo già

Nuovo bonus di 550 euro per i lavoratori: i requisiti e i destinatari 26062022 Nonsapeviche

Si tratta di un bonus da 550 euro che verrà concesso una volta solamente. Non sono ancora molte le notizie che si hanno in merito, nonostante sia dalla Legge di bilancio 2022 che il governo sta lavorando e predisponendo a questa misura. C’è ancora incertezza su chi potrà richiedere il bonus e sulle tempistiche entro cui verrà elargito.

Si sta infatti lavorando per definire chi saranno i destinatari della misura. Il contributo, che sarà una tantum, dovrebbe comunque certamente riguardare i lavoratori part time. Potranno richiedere il bonus coloro che nel 2021 hanno lavorato in part time verticale ciclico. Ovvero chi lavora solo in alcuni giorni, settimane o mesi dell’anno. Per rientrare in questa categoria, bisogna avere esercitato il lavoro in part time ciclico almeno per sette settimane, e per non più di 20 settimane all’anno. Tra i requisiti c’è il non avere altri rapporti di lavoro e il non essere beneficiario di trattamento pensionistico o Naspi.

E’ stato comunque confermato dal ministro Orlando che il contributo dovrebbe entrare in vigore in breve tempo, anche se non sono ancora state rese note le date. Si sta comunque collaborando con l’INPS per definire una platea di beneficiari più ampia possibile. Tenendo conto che per questa misura sono stati stanziati 30 milioni di euro. I beneficiari non potranno quindi superare i 55 mila.

Tutti coloro che siano interessati a sapere di più sul bonus dovranno dunque avere un po’ di pazienza per sapere i dettagli sulla modalità in cui è possibile richiedere il bonus. Il consiglio è di monitorare con attenzione il sito del governo per conoscere tutte le informazioni non appena saranno rese note.