Forno a microonde vietato: ecco quali alimenti non devi mai scaldarci se non vuoi avere problemi

Il forno al microonde è sicuramente uno degli elettrodomestici più utilizzati nelle nostre case. Veloce, pratico…in pochissimo tempo questo rivoluzionario apparecchio permette di riscaldare i nostri cibi facendoci risparmiare tempo e risorse. Con l’utilizzo del forno a microonde sono diminuiti tantissimi gli sprechi (gli avanzi della sera prima o del pranzo possono essere comodamente scaldate e mangiate il pasto successivo).

Forno a microonde vietato: ecco cosa non devi mai scaldarci 23062022 Nonsapeviche

Tutti sanno che bisogna stare particolarmente attenti ai materiali dei piatti e delle teglie che si mettono in microonde. Non tutti infatti sono adatti, e rischiano di sciogliersi o diventare tossici per i nostri alimenti. Non tutti sanno però che anche alcuni alimenti sono davvero poco adatti per il microonde e metterli è davvero sconsigliato.

Forno a microonde, attenzione ai rischi: ecco quali alimenti non riscaldare

Forno a microonde vietato: ecco cosa non devi mai scaldarci 23062022 Nonsapeviche

La Food Standards Agency  e la European food information council, come rivelato dal quotidiano The Indipendent, hanno stilato una lista di alimenti che sarebbe meglio tenere lontano dal microonde, soprattutto se si tratta di un cibo che, pur cotto, è stato conservato  male.

Tra questi alimenti c’è sicuramente il pollo. Cuocere il pollo al microonde è un grande no. Le onde infatti non penetrano in tutte le parti della carne, e alcune zone si cuociono e scaldano prima di altre. Il pollo crudo è un grosso rischio per la salute per la grande presenza di batteri come la salmonella, che solo il calore neutralizza. Anche riscaldare il pollo già cotto può essere rischioso, le proteine infatti scomponendosi possono irritare lo stomaco.

Un altro alimento pericoloso è il riso. Ricordatevi sempre di conservarlo in frigo. Non lasciatelo mai fuori a temperatura ambiente. Questo farà proliferare i batteri, che riscaldandosi potrebbero moltiplicarsi e causare diarrea e vomito. Più del riscaldare quindi il problema è nella conservazione.

Discorso simile per le patate. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente possono sviluppare il batterio del botulismo. Riscaldarla non abbatterà questi batteri.

Anche i funghi vanno riscaldati solo se conservati in frigo e per un tempo limitato (non più di un giorno). In caso contrario si deteriorano molto velocemente e riscaldati potrebbero causare mal di stomaco.

Evitate di riscaldare gli spinaci e tutte le verdure che contengano ione nitrato. Riscaldate potrebbero diventare nitrosammine, potenzialmente cancerogene. Attenzione quindi a quello che scaldate al microonde.