Organizzare le proprie vacanze familiari non è mai una cosa facile, ma il family coach ha davvero cambiato il modo di intendere i viaggi in famiglia. Ecco di cosa si tratta.

Nel momento in cui ci si trova ad organizzare un viaggio la prima esigenza da soddisfare è quella si stilare un itinerario che sia in grado di soddisfare quanto più possibile le esigenze di ognuno di noi, con tanto escursioni e momenti di relax, un modo perfetto per non lasciare davvero nulla al caso… compresi i momenti di riposo.

Vacanza con coach - NonSapeviChe

Un’esigenza organizzativa che diventa maggiore nel momento in cui si diventa genitori e si vuole giocare di anticipo affinché tale vacanza non diventi un incubo per i piccini, e soprattutto per i genitori. La soluzione a tutto è finalmente arrivata!

Vacanze familiari (e non) con il coach

Ebbene sì, nel corso degli ultimi anni si è diffusa sempre di più l’abitudine di affidarsi anche a un coach per il viaggio, soprattutto per le famiglie. Si tratta, quindi, di una figura professionale che vi aiuterà così ad organizzare in modo funzionale la propria vacanza con il nucleo familiare e non solo. Il viaggio, dunque, diventa anche l’occasione perfetta per aiutare le famiglie ad avvicinarsi e instaurare un dialogo più forte.

Vacanza con coach - NonSapeviChe

A parlare della propria esperienza personale al portale di Elle è stata la coach Simona Muratori che, dopo la sua prima vacanza da sola con il figlio di soli 4 anni, decise di mettere a disposizione la sua esperienza da mamma anche in campo professionale e quindi in funzione dei viaggi per famiglie. Al portale in questione, infatti, la Muratori ha rilasciato la seguente dichiarazione: “A differenza delle classiche ferie, dove a cambiare è soltanto la location ma le dinamiche famigliari restano sempre le stesse e si finisce con il portarsi in giro per il mondo le modalità comportamentali di casa propria– ha spiegato quindi Simona Muratori-, il ruolo del family coach è di facilitare in modo giocoso il dialogo tra i partecipanti, di far emergere l’intelligenza emotiva del nucleo famigliare e di tirar fuori da ognuno quelle risorse dimenticate, sconosciute e mai utilizzate che, una volta ri-acquisite, possano aiutare i partner, i genitori, i nonni e i figli a sviluppare dei comportamenti nuovi e più funzionali, per vivere tutti i giorni come se fossero sempre in vacanza”.

La necessità di risanare il rapporto familiare in vacanza

La possibilità di fare una vacanza con un coach, quindi, si costituisce di varie sfaccettature e figure professionali che cercheranno quindi di raggiungere un duplice obiettivo: rendere bellissime le vacanze delle famiglie e fare in modo che queste possano risanare il loro rapporto, anche in casi estremamente difficili.

Vacanza con coach - NonSapeviChe

Determinante, quindi, anche il supporto psicologico fornito dalla psicologa e neuropsicologa del benessere Patrizia Marzola che, al portale sopracitato, ha dichiarato: “Chi si rivolge a me sta affrontando difficoltà specifiche, tensioni, conflitti e cambiamenti che hanno sconvolto l’equilibrio della famiglia come l’adolescenza dei figli, la gestione di un bambino piccolo, la separazione, improvvisi momenti di crisi o la creazione di un nuovo nucleo famigliare. Il role-playing, le simulazioni e i giochi di gruppo offrono la possibilità di analizzare le criticità famigliari per poi affrontarle e ricreare il gruppo”.