Bisogna fare molta attenzione agli invidiosi dal momento che sono molto numerosi di ottimisti e fiduciosi. A tal proposito, scopriamo insieme quanti sono.

Ogni persona presenta la sua personalità e di conseguenza ognuno presenta dei tratti prevalenti rispetto ad altri. A tal proposito, in molti ignorano il fatto che gli invidiosi siano più numerosi degli ottimisti e dei fiduciosi.

Attenti agli invidiosi, sono più di ottimisti e fiduciosi: ecco chi sono e quanti sono

Ciò detto, scopriamo insieme qualche dettaglio in più in merito all’interessante questione sottovalutata da molti.

Invidiosi: ecco chi sono e quanti secondo uno studio

Attenti agli invidiosi, sono più di ottimisti e fiduciosi: ecco chi sono e quanti sono

Un team di esperti dell’Universidad Carlos III di Madrid e di quelle di Barcelona, Rovira e Saragozza hanno suddiviso le personalità in quattro tipologie. In particolare, sono state individuati 4 tipi di persone ossia:

  • ottimisti;
  • pessimisti;
  • fiduciosi;
  • invidiosi.

Tra queste, peraltro è emerso che ad essere più numerosi sono proprio gli invidiosi. Lo studio scientifico pubblicato sulla rivista Science Advances, di fatti, ha fatto emergere che gli invidiosi sono circa il 30 per cento rispetto al 20 emerso per tutte le altre categorie. A questa conclusione si è giunti in seguito all’analisi di 541 volontari. Per ciascun partecipante sono stati raccolti i dati e calcolato un algoritmo. Ebbene, da questo calcolo è emerso che la maggior parte di loro nutriva un sentimento di dominio sugli altri. Subito dopo ci sono gli ottimisti caratterizzati dalla convinzione di fare sempre la scelta migliore. In un’ultima analisi, ci sono i pessimisti e i fiduciosi che, nel primo caso, sono convinti di scegliere sempre tra due opzioni negative mentre nel secondo, sono predisposti al gioco di squadra.

Alla luce di questo, va detto che sicuramente quella di giudicare è una pratica molto diffusa e che risulta essere uno dei comportamenti caratterizzanti il sentimento dell’invidia. Ogni persona, di fatti, prova almeno una volta nella vita invidia verso qualcuno. Tuttavia, il rimedio per non farsi sopraffare da questo sentimento è quello di non farsi logorare dal pensiero fisso di ciò che non si ha rispetto agli altri. In poche parole, non bisogna trasformare l’invidia in un uno stato di malessere che induce a sentirsi inadeguati quanto piuttosto sfruttarlo per migliorare sè stessi.