Sono stati messi a disposizione in diverse città italiane test rapidi gratuiti per prevenire le malattie sessualmente trasmissibili

Molte città italiane consentiranno in occasione delle Settimana Europea del Test di eseguire gratuitamente test rapidi per malattie sessualmente trasmissibili. L’iniziativa, che coinvolge diversi paesi europei, punta a diagnosticare, curare e prevenire queste malattie, per aumentare la consapevolezza e consentire a chi dovesse riscontrare una positività a queste malattie di iniziare prontamente le cure e avere una migliore speranza di guarigione. “Test, Treat, Prevent” è non a caso lo slogan dell’iniziativa.

test rapidi gratuiti, rilevano HIV, sifilide e epatite C ecco come e dove farli

Si potranno eseguire i test in Italia presso le sedi della Lila di Bari e provincia, Cagliari, Como, Firenze e provincia, Livorno, Milano, Torino, e Trento. I test rapidi saranno eseguiti in forma anonima e gratuita. Sono previsti anche prima e dopo il test colloqui di consulenza e informazione per preparare e seguire il paziente durante tutto il percorso del test. In caso di risultato positivo, la persona viene accompagnata per un secondo test di conferma della diagnosi. In caso di secondo esito positivo si potrà avere accesso alle cure. Il paziente in questo modo non verrà mai lasciato solo.

Si può anche ricorrere agli autotest acquistabili in farmacia. La Lila aiuta a distanza con i loro esperti coloro che vogliono eseguire le persone fai da te. E’ anche possibile richiedere a casa un kit per l’autotest gratuitamente compilando un modulo online direttamente sul portale dell’associazione.

Test gratuiti per le malattie sessualmente trasmissibili, ecco dove farlo e come si può richiedere

test rapidi gratuiti, rilevano HIV, sifilide e epatite C ecco come e dove farli

L’iniziativa punta a garantire una diagnosi precoce per queste malattie. Scoprirle e agire per tempo migliora notevolmente la diagnosi del paziente. Tra le mattie sessualmente trasmissibili l’epatite C può essere curata, mentre HIV ed epatite B possono essere tenute sotto controllo con una terapia limitandone i danni.

Tra i test che verranno offerti anche quello per la sifilide, con casi che vengono segnalati in aumento. La diagnosi anche in questo caso è indispensabile per evitare che la malattia progredisca e degeneri e venga fermata per tempo. La sifilide è una infezione che presenta diversi stadi, se presa nelle fasi iniziali può essere curata in modo molto più agevole.

Queste iniziative sono sicuramente importanti non solo nell’individuare le patologie già esistenti, ma anche nel sensibilizzare sull’importanza della prevenzione e di sottoporsi a controlli periodici che possano verificare la salute del paziente.