Il Canone Rai ancora oggi continua ad essere oggetto di discussione, soprattutto per coloro che ne chiedono a gran voce il rimborso. Ecco di seguito come fare per ottenerlo.

Nel corso delle ultime settimane abbiamo avuto modo di leggere numerose notizie che riguardano le modalità di pagamento del Canone Rai, in relazione al fatto che ben presto nel 2023 molte cose cambieranno soprattutto in relazione alle modalità di pagamento. Ricordiamo, infatti, che in un primo momento il pagamento della tassa sulla televisione avveniva tramite il versamento di un una tantum tramite bollettino postale, versamento bancario ecc… successivamente è arrivato l’accredito direttamente in bolletta.

Rai Canone rimborso - NonSapeviChe

Il prossimo anno, invece, tale metodo di pagamento cambierà ancora anche se non sono state rese note le modalità della nuova variazione.

Canone Rai come ottenere il rimborso

L’arrivo della riforma messa in atto dall’ex premier Matteo Renzi, dunque, ha fatto in modo che gli italiani vedessero dilazionato il pagamento del Canone Rai in bolletta, una manovra realizzata al fine di contrastare l’evasione della tassa in questione oltre che renderne in pagamento molto più semplice e agevolato con piccoli accrediti sulla fatturazione dell’energia elettrica.

Rai Canone rimborso - NonSapeviChe

Allo stesso tempo, però, molte persone che in casa non possiedono un televisore hanno avviato un iter per la segnalazione in quanto aventi diritto ad un rimborso totale delle spese sostenute, dimostrando di non avere in casa alcun apparecchio televisivo che consenta l’accesso alla tv di Stato e non solo. Ecco di seguito le modalità secondo le quali ottenere realmente il rimborso sul Canone Rai.

Ecco quando non devi pagare il Canone

Come spiegato precedentemente, sono numerosi i casi nei quali i contribuenti possono evitare il pagamento del Canone Rai anche in bolletta. Facciamo riferimento a coloro che non sono (davvero) in possesso di un apparecchio televisivo in casa.

Rai Canone rimborso - NonSapeviChe

Sulla base di tale motivazione, dunque, si procede alla segnalazione in via diretta agli uffici Rai dedicati alla gestione dei pagamenti del Canone, attraverso il sito (www.canone.rai.it) e richiedere il modulo di disdetta della tassa ed un eventuale rimborso. Inoltre, per ulteriori informazioni e problematiche da segnalare potete far riferimento anche al numero verde 800-938362. In questi casi, insieme alla disdetta è il caso di allegare anche il modulo di presentazione di eventuali fatture di energia elettrica con la segnalazione della tassa del Canone Rai e in caso richiederne il rimborso. In ogni caso, potete far riferimento anche ai patronati Caf per ulteriori agevolazioni e spiegazioni in merito al rimborso sulla tassa in questione.