E’ in arrivo il bonus moto da ben 4000 euro per motoveicoli e ciclomotori. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere al riguardo.

Il Governo Draghi sta mettendo in atto una polita sociale sempre più volta ad aiutare le famiglie italiane che versano in condizioni economiche precarie. E’ lunga infatti la lista dei bonus e detrazioni messi in campo. A tal proposito, ne è in arrivo un altro: il bonus moto da 4000 euro.

Bonus moto fino a 4000 euro per motoveicoli e ciclomotori, come ottenerlo

Ciò detto, scopriamo insieme cosa c’è da sapere su questa nuova misura introdotta dal Governo e in particolar modo su come ottenerla.

Bonus moto fino a 4000 euro: ecco in cosa consiste e quali sono i requisiti per ottenerlo

Bonus moto fino a 4000 euro per motoveicoli e ciclomotori, come ottenerlo

Iniziamo col dire che l’agevolazione in esame è volta a favorire l’acquisto di motoveicoli e ciclomotori. In particolare, a rientrare nel bonus sono quelli a basse emissioni. Nello specifico, la misura in esame si sostanzia in uno sconto applicato sull’importo relativo all’acquisto. L’importo massimo di cui si può usufruire è di 3mila euro se è prevista la rottamazione, mentre si sale a 4mila con rottamazione.

L’entità dello sconto scende a 2mila e 500 nel caso dei veicoli che presentano altri tipi di motori. In tal caso, comunque, per poter beneficiare del predetto sconto è sufficiente rottamare un veicolo con classe ambientale compresa tra Euro 0 ed Euro 3. Non è previsto, tra le altre cose, l’obbligo di rottamare un mezzo appartenente alla medesima categoria di quello che si ha intenzione di acquistare e di conseguenza può essere sia superiore che inferiore. Questo peraltro dovrà essere intestato a sè stesso o ad un familiare.

E’ chiaro duqnue che per poter aver accesso alla misura in esame è di fondamentale importanza presentare lo stato di famiglia nonché una copia del contratto d’affitto. Com’è ovvio, il mezzo che si decide di rottamare deve presentarsi in regola per quanto concerne l’obbligo della targa. Alla luce di quanto appena detto, si tratta di una misura sicuramente molto conveniente che si pone nell’ottica di agevolare e sostenere le famiglie italiane nell’acquisto di veicoli a basse emissioni. Ciò detto, va ricordato che si potrà usufruire di questo bonus fino al 2030.