Dimagrire con gli integratori può essere pericoloso: il test su 30 prodotti venduti in Italia

Un test per valutare se gli integratori che si vendono nel nostro Paese sono sicuri oppure no; ecco i risultati ottenuti. 

Gli integratori sono  fonti concentrate di nutrienti, che possono essere minerali o vitamine, o di altre sostanze con effetto nutrizionale o fisiologico. Sono venduti in bustine, in pillole, compresse o liquidi e vengono assunti per reintegrare le sostanze delle quali il nostro corpo ha carenza.

Non sostituiscono un’alimentazione corrette ed uno stile di vita sano, ma possono essere di supporto e di aiuto. Ci sono integratori che servono per darci energia durante la giornata, per reintegrare i sali minerali dopo un’attività fisica intensa o anche per rendere i nostri capelli più forti e luminosi, insomma un’po’ per tutte le esigenze.

Attenzione agli integratori per dimagrire: non sempre mantengono le promesse

Gli integratori alimentari non sono tutti uguali, in commercio ce ne sono di ogni tipo e prezzo, ma attenzione a quali compriamo perché potrebbero essere anche ricchi di sostanze che ci fanno male.

L’associazione dei consumatori molto attenta a tutelarci ha effettuato un test su 30 integratori alimentari che promettono di farci dimagrire e che si vendono sugli e-commerce più famosi (Aliexpress, Amazon, Wish ed Ebay). Il test è stato svolto per verificare la presenza di sostanze illegali o non dichiarate in etichetta.

I risultati, purtroppo, non sono stati per niente positivi, anzi. Nell’80% dei prodotti le indicazioni e gli ingredienti riportati in etichetta erano ingannevoli ed errare. Ad esempio in etichetta erano riportate sostanze presunte dimagranti o con altri possibili benefici (mango, tè verde, lampone, estratto di garcinia cambogia, ginseng ecc.), ma effettivamente non c’era nulla.

In altri integratori (5 su 30) c’erano ingredienti che non sono utili per il dimagrimento o la presenza di solo degli eccipienti delle sostanze miracolose. Si tratta di un integratore prodotto in Albania e distribuito in Italia che si chiama “Ultimate Italia” New Stc Stack.

Solo 1 integratore su 30 risulta essere regolare mentre negli altri sono state trovate anche sostanze non ammesse e potenzialmente pericolose. Tra queste sostanze anche anfetamina (che si usava negli anni ’70, ma ora non più perché crea dipendenza) e l’acido salicilico (si usa per la pelle per curare psoriasi o acne, ma che assolutamente non deve essere ingerito).

In conclusione attenzione a cosa acquistiamo. Diffidiamo di prodotti che ci promettono miracoli in poco tempo. Che ci mostrano foto del prima e dopo che non sempre sono veritiere, ma anche se ci promettono di dimagrire senza cambiare le nostre abitudini alimentari e non. Teniamo gli occhi aperti, diffidiamo di fantomatici medici o specialisti, ma facciamo consigliare e seguire da degli esperti. Diete ed integratori “fai da te” non sono mai la scelta migliore.

[caption id="attachment_53961" align="alignnone" width="740"] fonte Altroconsumo[/caption]