E’ possibile ottenere 10 mila euro per comprare i mobili senza necessariamente eseguire la ristrutturazione della propria abitazione. A tal proposito, scopriamo insieme come fare in maniera legale.

Il Governo Draghi ha messo a disposizione un bonus che consiste nella possibilità di usufruire di ben 10 mila euro per acquistare mobili. Esso peraltro non è subordinato alla ristrutturazione dell’abitazione.

Vuoi 10mila euro per comprare i mobili senza ristrutturare casa: ecco come fare legalmente

Ciò detto, scopriamo insieme come riuscire ad ottenere questo bonus senza ristrutturare casa e, chiaramente, in maniera del tutto legale. Si tratta, infatti, di una misura estremamente utile che consente di detrarre le spese per l’acquisto di mobili e risparmiare non poco denaro.

Acquistare mobili: il bonus previsto senza ristrutturare casa

Vuoi 10mila euro per comprare i mobili senza ristrutturare casa: ecco come fare legalmente

La misura a cui abbiamo fatto cenno poc’anzi è il Bonus Mobili e consiste in una detrazione prevista per coloro che effettuano l’acquisto di mobili o grandi elettrodomestici per abitazioni sottoposte a ristrutturazione. In realtà, quest’ultima non è essenziale dal momento che è sufficiente effettuare piccoli interventi, di entità minore.

Tra questi, ad esempio, rientrano quelli di manutenzione straordinaria, volti a restaurare o risanare. Di conseguenza, si può beneficiare del bonus in caso di interventi di ricostruzione o ripristino di un immobile che ha subito danni a causa di un evento calamitoso. Ciò accade, peraltro, nel caso in cui sia stato dichiarato lo stato di emergenza. Va ricordato, dunque, che gli interventi di natura ordinaria, quali possono essere la ritinteggiatura delle pareti o la sostituzione dei pavimenti, non danno accesso al bonus mobili 2022. Non tutti sanno, infine, che tra le spese che possono essere detratte ci sono anche quelle relative al trasporto e quindi al montaggio dell’arredo acquistato.

Per quanto concerne il termine ultimo per beneficiare di tale misura, la data è stata fissata al 31 dicembre 2024. A tal proposito, la condizione essenziale per poter accedervi è quella che gli interventi siano stati cominciati l’anno prima dell’acquisto dell’arredo. Di conseguenza, questo è l’unico vincolo temporale senza il quale non si ha diritto all’ottenimento delle detrazioni sull’acquisto di mobili che possono arrivare anche a 10 mila euro, senza ristrutturazione.