Da Febbraio a Dicembre potranno essere inoltrate le domande per beneficiare del Bonus Nido. Tutti i dettagli

Il bonus nido è un contributo statale rivolto alle famiglie con a carico figli al di sotto dei tre anni destinato al pagamento della retta per la frequenza di asili nidi, siano essi pubblici o privati con apposita autorizzazione. Chi ha figli che per gravi patologie non possono frequentare gli asili, grazie al bonus nido può ottenere un contributo per assistenza domiciliare.

Bonus nido 2022: le istruzioni per richiederlo in un tutorial semplice dell'inps

Può farne richiesta chi è genitore di un figlio, o che abbia adottato un figlio, che abbia già provveduto alla retta di un asilo nido, o chi ha nel proprio nucleo familiare bambini al di sotto dei tre anni impossibilitati con attestazione del pediatra a frequentare l’asilo. Per procedere alla domanda è necessario essere cittadini italiani, europei o essere muniti di regolare permesso di soggiorno.

Bonus Nido, sul sito dell’INPS tutti i dettagli sul sostegno alle famiglie

Bonus nido 2022: le istruzioni per richiederlo in un tutorial semplice dell'inps

Il contributo massimo è di tremila euro. La cifra ottenuta verrà stabilita facendo fede all’ISEE in corso di validità per prestazioni ai minorenni, riferito al minore per cui si richiede la prestazione. Il bonus non può essere superiore alla retta che si deve pagare. In assenza di un riferimento valido, si legge nella circolare,  la rata spettante non supererà i 1.500 annui (136,37 euro mensili). Se in seguito dovesse essere presentato un certificato valido, l’importo verrà corrisposto maggiorato fino a 3.000 in caso di requisiti soddisfatti.

LEGGI ANCHE>>>Facciamo chiarezza bonus Renzi, IRPEF, e l’assegno unico, cosa cambia

La somma verrà accreditata interamente una tantum in caso di figli minori di tre anni che necessitano di supporto presso la propria abitazione, mentre in caso di bonus nido l’invio della somma è previsto mensilmente. Si può ricevere tramite bonifico o accredito su conto corrente intestato al richiedente.

LEGGI ANCHE>>>Bonus Maternità aumentano gli importi: ecco come fare richiesta e di cosa si tratta

L’INPS tramite i suoi canali ha dato tutti i dettagli sulle modalità di richiesta: per inoltrare la domanda bisogna accedere con le proprie credenziali nell’apposita sezione del sito, o rivolgersi ai patronati. Verranno prese in esame le domande mandare entri il 31 Dicembre. Il bonus verrà concesso seguendo l’ordine di presentazione della domanda, tenendo conto del limite di spesa pari a euro 553,8 milioni di euro. E’ bene quindi affrettarsi. Qualora si volesse ottenere il beneficio per più figli è necessario presentare domande separate. Tutti i dettagli completi possono essere visionati nella loro interezza sul sito dell’INPS